Il mercato italiano firmato BMR

L’azienda di Scandiano, da oltre 40 anni leader nelle tecnologie per il fine linea per la produzione di piastrelle ceramiche, ha infatti venduto diversi nuovi impianti presso il Gruppo Florim, il Gruppo Marazzi, Emilceramica e Ceramica Fondovalle.

 

Nello specifico, il Gruppo Florim con sede a Fiorano Modenese, nella top ten dei produttori ceramici, installa una linea completa di lappatura-taglio e squadratura destinata alla realizzazione di nuovi grandi formati da presentare in occasione del prossimo Cersaie, e una linea di taglio e squadratura per Florim USA, la prima di questo genere per la filiale americana. Diventano così undici le linee complete BMR installate dal Gruppo Florim dal 2005 ad oggi, a conferma di una partnership consolidata nella stima e nel valore.

 

Importanti forniture sono state concordate da BMR con il Gruppo Marazzi. Entro fine anno, presso lo stabilimento di Fiorano, sarà attiva la seconda linea di taglio e squadratura, mentre a Sassuolo, nella divisione di Marazzi Rivestimenti, partirà la prima linea Squadra Dry, innovativo sistema di squadratura a secco che, non richiedendo l’utilizzo di acqua, risponde alle nuove esigenze di rispetto ambientale. Infatti, eliminando completamente la fase finale di asciugatura della piastrella si evita l’acquisto e l’utilizzo dell’essiccatoio con risparmio di combustibile e nessuna emissione nociva in atmosfera.

 

Con queste ultime forniture saliranno a 6 le linee complete BMR installate dal Gruppo Marazzi.

 

Importante fornitura BMR anche per Ceramica Fondovalle, che ha installato un impianto completo per grandi formati fino a 1200×1200 comprensivo di linea di lappatura-taglio a disco-incisione e di linea di frattura-squadratura e trattamenti finali.