Rondine Group al Festival Green Economy di Distretto

Rondine Group parteciperà al primo Festival Green Economy, in programma a Fiorano Modenese dal 6 al 9 ottobre, promosso da Confindustria Ceramica e dai Comuni del Distretto. L’iniziativa, che intende mettere a confronto idee, pratiche e opportunità di innovazione e sostenibilità del Distretto Ceramico, così come recita il sottotitolo, è senz’altro lo scenario ideale per valorizzare i prodotti e l’impronta “green” che il Gruppo di Rubiera ha assunto da tempo e con convinzione.

Rondine ha, infatti, improntato la propria attività nel rispetto consapevole e responsabile dell’ambiente. Per questo ha adottato il Sistema di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001 e la certificazione ECOLABEL, che garantisce l’eco-compatibilità di tutti i suoi prodotti. Ciò significa che l’intero ciclo di produzione delle piastrelle, dalla selezione delle materie prime fino allo smaltimento finale, è il risultato della massima qualità per quanto riguarda il risparmio energetico, la gestione delle emissioni nell’aria, nell’acqua e nel suolo, l’utilizzo delle risorse naturali, la sicurezza ambientale, la riduzione dei rifiuti e la tutela della biodiversità.

Il Gruppo ha, inoltre, adottato tutti i sistemi di gestione ambientale previsti dal Regolamento Emas ed è associato al Green Building Council Italia, organismo indipendente che ha come obiettivo la diffusione di una cultura dell’edilizia sostenibile.
Rondine Group ha adottato tutti i sistemi di gestione ambientale previsti dal Regolamento Emas ed è associato al Green Building Council Italia, organismo indipendente che ha come obiettivo la diffusione di una cultura dell’edilizia sostenibile e, in particolare, la promozione del sistema di certificazione indipendente LEED (Leadership in Energy and Environmental Design).
Tutti i prodotti Rondine, infatti, contengono almeno il 40% di materia prima riciclata e consentono ai loro utilizzatori di accedere a importanti crediti LEED. Un contributo sostanziale alla realizzazione di edifici “verdi” ad alte prestazioni che funzionano in maniera sostenibile e autosufficiente a livello energetico.