Ue: stop crescita Italia, +0,5% in 2011

”Un nuovo rallentamento economico è in corso in Italia, tra crescente incertezza”, con la crescita del Pil che si assesterà allo 0,5% nel 2011 e allo 0,1% nel 2012: queste le previsioni economiche della Commissione Ue che danno per il 2013 un rialzo allo 0,7%. La Commissione stima che il deficit cali al 4% nel 2011 e al 2,3% nel 2012, per raggiungere l’1,2% nel 2013, anche grazie all’avanzo primario che salirà significativamente allo 0,9% sulla base delle misure di consolidamento adottate”