La ricerca estetica Monocibec coniuga tradizione e design per il Light Sushi

Una casa a corte dell’Ottocento, a Legnano (Milano), trasformata in un tempio della cucina creativa giapponese. L’intervento, curato dall’architetto Nicola Ghilardi, ha plasmato l’atmosfera di una struttura caratterizzata da un susseguirsi di piccole stanze per  renderla un ambiente intimo e raccolto, dove arredi e materiali moderni si fondono armoniosamente con le componenti rustiche dell’edificio originale.

La collezione Grandi Dimore di Monocibec, nei colori Mayerling e Rivalta nel formato 50×50, è stata la scelta compiuta dall’architetto per inserire a pavimento un materiale moderno e dalle grandi prestazioni, come il gres porcellanato, in un contesto d’epoca connotato dalla presenza di mattoni a vista e travi di legno. Grandi Dimore propone un’estetica volutamente consumata, studiata per inserirsi negli interventi di restauro e ristrutturazione di edifici di pregio. La pavimentazione, movimentata dagli inserti Spaccatella, diventa il perfetto trait d’union di un ambiente per sua natura frammentato.

Altro elemento unificante del progetto è l’illuminazione, realizzata con lampade a led che accompagnano gli avventori da una stanza all’altra come sotto un cielo stellato. Un richiamo alla natura, alle sue forme e ai suoi colori, fonti ispirative della tradizione nipponica e della sua arte culinaria, che si ritrova anche nel grande tavolo alto sul cui fronte è stato collocato un pannello dal quale, attraverso i fiori di pesco intagliati, fuoriescono le mille sfumature di luce create dalla lampada RGB collocata all’interno della struttura.

L’arredamento del Light Sushi è una perfetta convivenza di tradizione e design per cui, negli ambienti sottolineati da tenui tinte pastello, trovano posto tavoli in wengé con fusto in acciaio cromato, luci a led, sedie bianco lucido e sgabelli in pelle bianca. Scelte raffinate, come per il bancone in cristallo laccato e la retrostante bottigliera a geometria orientale, si accompagnano ai classici must have dei ristoranti giapponesi come l’ampia vetrata che consente di osservare il sapiente e minuzioso lavoro dei sushi men.

Realizzato con materiali Monocibec, il progetto del Light Sushi ha partecipato alla prima edizione del Quinquennial Tile Award, il premio internazionale di architettura che Fincibec Group ha ideato per aprire uno spazio di confronto tra i creatori di spazi di vita che abbiano utilizzato materiali ceramici firmati dai suoi tre brand commerciali Monocibec, Century e Naxos. Attualmente è in corso la seconda edizione, aperta a tutti gli interventi negli ambiti residenziale, pubblico, commercio e industria, realizzati tra il 2007 e il 2011. Termine ultimo per le iscrizioni è il 12 marzo 2012, tutte le informazioni sul sito ufficiale www.tileaward.org.