Iris Ceramica, incontro in Regione per cercare una sintesi sulla vertenza. Prossimo appuntamento fissato per il 28 febbraio

«Un grande sforzo per realizzare una difficile sintesi nella vertenza che riguarda l’Iris Ceramica. Un confronto nel merito e duro volto a condividere il rilancio complessivo del piano industriale ipotizzato tre anni fa, assicurare il lavoro a circa 850 lavoratori, investimenti per circa 40 milioni di euro e atto fondamentale garantire il percorso per assicurare un quadro di garanzie ai lavoratori per accompagnare ed integrare gli ammortizzatori per quelli in cassa integrazione». È questo quanto evidenziato dall’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli al termine dell’incontro che si è svolto questa mattina in viale Aldo Moro per il rilancio del piano industriale e del lavoro per Iris Ceramica spa, gruppo con stabilimenti nel modenese e nel reggiano.

All’incontro oltre alle Regione erano presenti i sindacati, la Provincia di Reggio Emilia (con il vicepresidente Pierluigi Saccardi) ed i rappresentanti della proprietà.

Il 28 febbraio, alle ore 10, è stato riconvocato un nuovo incontro per trovare una soluzione complessiva per il rilancio aziendale ed occupazionale. Tra i nodi che saranno affrontati nel prossimo appuntamento anche il futuro della marmoristeria e la gestione dei circa 40 esuberi.