Approvato il V bando del Fondo Innovazione: le domande on-line dal 4 al 25 giugno 2012

Il 18 aprile 2012 è stato approvato il quinto bando da 10.000.000 di euro del Fondo Innovazione, iniziativa promossa da Camera di Commercio, Provincia, Comune di Modena e dai principali Comuni del territorio, con la collaborazione dei confidi Fidindustria E.R. e Unifidi E.R. e di primari Istituti di credito.

Si tratta di un fondo rotativo costituito da risorse pubbliche e private con il quale si concedono finanziamenti quadriennali del valore massimo di 200.000 e minimo di 30.000 euro, ai tassi d’interesse, definiti in base a tre classi di merito creditizio, riportati nella Convenzione bancaria allegata, a cui si applica l’effetto provvista del fondo e il contributo in conto interessi pari all’1,75%.

Il fondo è destinato a sostenere la realizzazione di progetti in innovazione di prodotto/servizio, di processo, gestionale-organizzativa e commerciale compresa l’apertura o potenziamento di strutture stabili in nuovi mercati, lo sviluppo di nuovi canali distributivi e progetti di e-commerce.

Destinatari

Possono accedere al Fondo le piccole e medie imprese e gruppi di imprese fino a 100 addetti, appartenenti ai settori del manifatturiero e dei servizi alla produzione, con almeno un’unità operativa in provincia di Modena.

Modalità operativa

Le domande di accesso al fondo andranno inviate a partire dalle ore 10,00 del 4 giugno fino alle ore 12,00 del 25 giugno 2012, compilando un apposito modulo on line direttamente sul sito del Fondo Innovazione, secondo le indicazioni contenute nel bando. Le domande dovranno essere firmate digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa.

Un apposito Comitato tecnico, del quale fa parte Democenter-Sipe, provvede entro 30 giorni a valutare le domande rispetto alla fattibilità, al contenuto in innovazione e all’addizionalità del progetto.

Le banche che hanno aderito al Fondo (Unicredit Banca, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Banco Popolare – San Geminiano e San Prospero) provvedono a valutare l’affidabilità dell’impresa e i Confidi aderenti concorrono alla finanziabilità dell’impresa, con garanzie del 50%.

Il gestore del Fondo è Fidindustria Emilia Romagna, area territoriale di Modena, in quanto confidi incorporante di Cofim Confidi Modena ex gestore del Fondo.