Allerta caldo: tutta l’Emilia a rischio, comprese le aree terremotate

La Protezione Civile ha diramato un’allerta calore per le giornate da sabato 30 giugno fino a lunedì 2 luglio. L’afflusso di aria calda proveniente dall’Africa determinerà un sensibile innalzamento del campo termico sulla Regione Emilia Romagna, causando il rialzo delle temperature massime fino a raggiungere i 38-39° C nelle zone di pianura. Il contemporaneo rialzo delle temperature minime e dei valori di umidità relativa produrrà condizioni di disagio bioclimatico, raggiungendo il culmine nella giornata di domenica 1 luglio, in particolare modo nei centri urbani. Sono previste condizioni di disagio anche per la giornata di lunedì. Tali condizioni possono provocare colpi di calore e disidratazione in particolare per i soggetti fragili o a rischio. Si raccomanda, pertanto, per le categorie a rischio, neonati, bambini, anziani ed i pazienti affetti da patologie cardiovascolari o respiratorie, di evitare prolungate esposizioni al sole, soprattutto nelle ore più calde della giornata, di munirsi di sufficienti scorte di acqua e di adottare le norme di comportamento diffuse dalle AUSL territorialmente competenti.

Il Comune di Forlì ha attivato diversi servizi utili per affrontare il periodo estivo, rivolti agli anziani, gestiti dal Servizio Anziani , c.so Diaz, 21 tel: 0543/712786 0543/71288. Si ricorda, inoltre, che i Centri Anziani presso le Circoscrizioni organizzano momenti di svago in ambienti climatizzati , anche durante il fine settimana e che per situazioni di difficoltà è possibile contattare il Servizio di Polizia Municipale e Protezione Civile allo 0543/712000 dalle ore 7.00 alle ore 1.00 di notte.