Terremoto, aggiornamenti 3 giugno: ancora una scossa. sono state 15 nella notte

Trema ancora l’Emilia Romagna. Nella notte tra sabato e domenica sono state registrate 15 scosse. La più forte, stando a quanto riferito dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia, è stata di magnitudo 2.9 e, alle 5:41, ha colpito le province di Modena, Ferrara, Bologna e Mantova. Il numero delle scosse è comunque diminuito e ha lasciato un po’ di respiro agli sfollati, che ormai sono oltre 16.000.

La gente reclama però il proprio diritto ad una vita finalmente normale. Un pizzico di questa normalità è arrivata nel tardo pomeriggio di sabato quando, al punto medico avanzato di Mirandola, il cuore della zona colpita dal sisma, una donna di origini cinesi ha messo al mondo una bambina.

La neo mamma e la bimba stavano bene, si è proceduto al loro trasferimento al Policlinico di Modena. Intanto Coldiretti ha stimato che il terremoto ha causato fino ad oggi 520 milioni di danni nelle campagne, 150 milioni di euro di danni al sistema che ruota intorno alla produzione del Parmigiano Reggiano e 15 milioni di euro di perdite nel settore dell’aceto balsamico