Architettura e ceramica, un premio per il ‘matrimonio’ più riuscito

Al via il primo concorso di architettura della ceramica italiana. Si chiama “La Ceramica e il Progetto” ed è aperto ad architetti e interior designers che abbiano realizzato opere architettoniche utilizzando piastrelle di ceramica, rigorosamente made in Italy. A giudicare i concorrenti una giuria d’eccezione, composta dagli architetti e designer Sebastiano Brandolini, Michele Capuani e Cino Zucchi. Il concorso viene prorogato fino al 16 luglio mentre la premiazione avverrà nel corso di Cersaie 2012, in settembre a Bologna.

I progetti devono essere stati realizzati e completati tra gennaio 2010 e gennaio 2012 sul territorio italiano e utilizzare piastrelle di ceramica italiane, ovvero realizzate dalle aziende che aderiscono al marchio settoriale Ceramics of Italy. Tre le categorie architettoniche che potranno concorrere: architettura residenziale, commerciale e hospitality, istituzionale e arredo urbano. Sono ammesse al concorso realizzazioni ex-novo, ristrutturazioni, recuperi architettonici.

Tre gli architetti e designer affermati che giudicheranno i progetti. Sebastiano Brandolini, laureato nel 1982 presso l’Architectural Association di Londra, già caporedattore di Casabella e inviato di architettura per D-La Repubblica, nel 2001 ha realizzato la prima casa passiva in Italia. Oggi insegna al Politecnico di Zurigo, mentre il suo studio di progettazione con Alba Gallizia si trova a Milano.

Michele Capuani, architetto e designer, ha realizzato invece progetti nei settori automotive e casalingo, architetture residenziali e parchi tematici. È stato professore a contratto, direttore del Centro Ricerche IED e del Master in Transportation Design a Domus Academy. Tra i fondatori e Membro del Consiglio di amministrazione di Cumulus, ha tenuto conferenze e corsi presso numerose Università di Design in tutto il mondo. Al momento è direttore accademico del Gruppo IED.

Cino Zucchi, infine, nato a Milano nel 1955, ha conseguito il B.S.A.D. presso l’M.I.T. nel 1978 e la laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1979, dove è attualmente professore ordinario di Progettazione architettonica e urbana. Ha partecipato all’organizzazione e all’allestimento di quattro edizioni della Triennale di Milano e suo lavori sono stati esposti in tre edizioni della Biennale di Venezia. Tra i principali lavori in corso un master plan per l’area di Keski Pasila a Helsinki, il progetto di residenze ed uffici per l’ex area Alfa Romeo-Portello a Milano, la ristrutturazione e l’ampliamento del Museo dell’Automobile di Torino, gli Headquarters della ditta Salewa a Bolzano, gli edifici residenziali del complesso Trilogia Navile a Bologna, il nuovo centro direzionale Lavazza a Torino e la valorizzazione del lungolago di Como.

La giuria esaminerà i progetti tenendo in considerazione creatività, funzionalità e il gusto estetico della realizzazione. I criteri di selezione valuteranno la progettazione nel suo complesso, l’impiego e la progettazione con le piastrelle di ceramica, la qualità della posa, la valorizzazione dell’ambiente grazie alle piastrelle ed alle loro caratteristiche di sostenibilità. Il vincitore di ogni categoria si aggiudicherà un premio di 5mila euro e un viaggio e soggiorno di 5 giorni a Bologna in occasione di Cersaie 2012. Per ulteriori informazioni http://www.laceramicaeilprogetto.it/ – www.laceramicaitaliana.it – www.cersaie.it