Benzina: esaurito l’effetto sconti: tornano gli aumenti

Esaurito l’effetto self, con la guerra a colpi di sconti nel week-end, tornano i rincari sui prezzi raccomandati anche per tenere conto dell’incremento delle quotazioni internazionali del fine settimana. A muoversi sono state Q8 con un aumento di 1 cent euro/litro su benzina e diesel, Ip (+0,5 sulla benzina, +1 cent sul diesel) ed Esso (+0,5 su entrambi i prodotti). Anche le No logo in salita anche per tenere conto della normalizzazione dei prezzi dopo i ribassi indotti dagli sconti self.

E’ quanto emerge dal monitoraggio del Quotidiano Energia. I prezzi medi nazionali serviti sono oggi a 1,804 euro/litro per la benzina, 1,695 per il diesel e 0,782 per il Gpl. Punte massime in discesa per la verde a 1,876 euro/litro, per il diesel a 1,733 e per il Gpl a 0,814. Piu’ nel dettaglio, a livello Paese il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalita’ servito) va dall’1,796 euro/litro di Eni all’1,804 di Q8 e Tamoil (no-logo in salita a 1,683). Per il diesel si passa dall’1,687 euro/litro di Eni all’1,695 di IP (no-logo su a 1,550). Il Gpl e’ tra 0,752 euro/litro di Eni e 0,782 di Shell e Tamoil (no-logo a 0,755).