Terremoto, aggiornamenti 2 luglio. Torna la paura dopo una giornata di tregua. Scossa di magnitudo 3.2

Il terremoto torna a farsi sentire. Ieri sera alle 23,02 la terra ha tremato ancora una volta nei territori dell’area nord della provincia di Modena già colpiti dal terremoto del 20 e 29 maggio scorsi.

Una scossa di magnitudo 3.2 della scala Richter è stata, infatti, registrata in provincia di Modena con epicentro tra Finale Emilia, San Felice sul Panaro e Camposanto.

E pensare che la giornata di sabato, il 30 giugno, era trascorsa tranquilla, facendo sperare alle oltre 12000 persone che ancora oggi vivono accampate nelle tendopoli o nelle roulotte che, finalmente, lo sciame sismico fosse terminato. Nessuna scossa dalla mezzanotte di venerdì alla mezzanotte di sabato era davvero una notizie, tra le poche liete da quel 20 maggio, che, però, è stata prontamente superata da una cronaca che parla ancora di movimenti tellurici e che posticipa a chissà quando la fine della paura.

Da notare, infatti, che dalle 4 di mattina di domenica 20 maggio ad oggi, sono state circa 1700 le scosse registrate nell’area colpita che coinvolge le province di Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Bologna e Mantova.

Domenica mattina il triste risveglio, anche se con magnitudo ancora relativamente basse.

Di seguito le scosse registrate nella giornata di domenica con orario, epicentro e magnitudo.

Ore 01,03 epicentro a Rolo e magnitudo 2.3

Ore 15,44, epicentro a San Possidonio e magnitudo 2.1

Ore 18,48, epicentro a Carpi e magnitudo 2.2

Ore 19,57 epicentro a Cento (Ferrara) e magnitudo 2.3

Poi la scossa, con epicentro a Finale Emilia, di magnitudo 3.2 registrata alle 23,02 a cui, a breve distanza di tempo, ne sono seguite altre due, sempre con epicentro a finale: alle 23,14 di magnitudo 2.3 e alle 23,48 sempre con magnitudo 2.3

Questa mattina lo sciame sismico è proseguito: alle ore 01,52, con epicentro a Finale Emilia, la magnitudo è stata pari a 2.1 della scala Richter; alle 9,17, invece, un’altra scossa di intensità considerevole, magnitudo 3.0 della scala Richter con epicentro a Bondeno (in provincia di Ferarra)