Terremoto: una nuova palestra dal cc della Provincia di Modena

«I danni provocati dal terremoto agli edifici scolastici sono ingenti e l’impegno economico necessario per superare questa emergenza molto elevato. Ma questa è la nostra priorità, che affronteremo rivoluzionando le politiche di bilancio dell’ente, potendo contare inoltre sulla generosità di tanti donatori». Ad affermarlo è il presidente della Provincia di Modena Emilio Sabattini, il quale annuncia che «i soldi raccolti attraverso il conto corrente di solidarietà attivato il 20 maggio scorso dalla Provincia saranno interamente utilizzati per un progetto di ristrutturazione di una struttura scolastica, la palestra dell’istituto Morandi di Finale Emilia, il cui costo è stimato intorno ai 400 mila euro».

Con oltre duemila donazioni di privati, aziende, associazioni culturali, gruppi sportivi e le cifre raccolte attraverso l’organizzazione di eventi benefici, il conto corrente della Provincia ha raggiunto finora i 340 mila euro, e a questa cifra si aggiungeranno nei prossimi giorni gli importi – già deliberati ma contabilmente non ancora compresi – che diversi amministratori pubblici hanno deciso di versare, devolvendo il 10 per cento della loro indennità mensile. Oltre alla Giunta della Provincia, diversi Comuni modenesi hanno già deliberato in tal senso.

«E’ una cifra importante, che testimonia la generosità dei modenesi e delle tante persone che da fuori provincia, regione e in alcuni casi anche dall’estero hanno voluto testimoniare in modo concreto la loro vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma- commenta Sabattini – Vogliamo utilizzare subito, e in modo trasparente, queste risorse per realizzare uno dei tanti interventi necessari per restituire ai ragazzi dell’area nord delle scuole di qualità».

Il conto corrente, attivo presso la filiale Unicredit di piazza Grande a Modena, è intestato a “Provincia di Modena – interventi di solidarietà”, codice Iban IT 52 M 02008 12930 000003398693. Per i versamenti dall’estero occorre far precedere il codice Iban dal codice Swift UNCRITMM.

«Il conto corrente resta naturalmente aperto – conclude Sabattini – per finanziare altri progetti di solidarietà sempre in ambito scolastico. Oltre ai donatori, ringraziamo gli organi di stampa che ci hanno sostenuto in questa operazione».

Sempre sul fronte donazioni, inoltre, è da segnalare l’intervento della Provincia di Varese, che in seguito a un sopralluogo svolto giovedì 28 giugno a Mirandola ha deciso di donare al Comune un prefabbricato ad uso scolastico e una struttura in legno da adibire ad ambulatorio medico. «Dopo aver visionato l’edificio che ospita l’istituto Calvi – commenta Sabattini – hanno assunto inoltre l’impegno di partecipare con un contributo di almeno 3-400 mila euro al progetto di ristrutturazione. Una testimonianza concreta di solidarietà e vicinanza, della quale siamo profondamente grati».