Terremoto: Emilia R., dal 1/10 cambiano criteri esenzione ticket sanita’

Cambieranno dal 1 ottobre 2012 le esenzioni dal ticket sanitario per le persone residenti nelle aree colpite dal sisma del 20 e 29 maggio scorsi. Lo comunica, in una nota, la Regione Emilia-Romagna.

In base alla nuova delibera di Giunta dell’Emilia-Romagna dello scorso 30 luglio 2012 il diritto ad accedere gratuitamente alle prestazioni specialistiche ambulatoriali presso le strutture sanitarie pubbliche e private accreditate del Servizio sanitario nazionale, all’assistenza termale e all’assistenza farmaceutica per i farmaci di fascia A e di fascia C compresi nei Prontuari aziendali e in distribuzione diretta, si applichera’ solo alle persone residenti nei Comuni dell’Emilia-Romagna che si trovino in situazioni di particolare disagio dopo l’ordinanza del sindaco di inagibilita’/sgombero del proprio luogo di abitazione, studio professionale o azienda.

L’esenzione si applica anche ai componenti del nucleo anagrafico o comunque ai parenti di primo grado delle persone decedute a causa del sisma.

Il diritto all’esenzione rimarra’ in vigore sino al 31 dicembre 2013 e comunque, per i soggetti con ordinanza di inagibilita’ del proprio luogo di abitazione, studio professionale o azienda, non oltre la data di revoca dell’ordinanza di inagibilita’/sgombero. La delibera prevede inoltre che entro il 31 maggio 2013 la Regione dovra’ effettuare una verifica sugli effetti del provvedimento, per adottare eventuali ulteriori misure.

Fino al 30 settembre restano invece in vigore le esenzioni estese a tutti i cittadini residenti nei Comuni colpiti dal sisma e indicati nel decreto del 1 giugno scorso.