I grandi nomi del settore ceramico internazionale a Tecnargilla

Molti volti noti del settore ceramico internazionale hanno visitato Tecnargilla, la maggiore fiera al mondo per la fornitura all’industria ceramica e del laterizio, che si chiude oggi a Rimini.

I maggiori imprenditori mondiali del settore ceramico e del laterizio hanno così potuto conoscere in anteprima mondiale le ultime innovazioni estetiche e di processo per la produzione di manufatti ceramici.

Accompagnati dai più stretti collaboratori e contesi dagli espositori hanno visitato la fiera, solo per citare alcuni tra i più rappresentativi del settore ceramico, il gruppo turco Kale, il colosso arabo Rak Ceramics e i gruppi sudamericani Corona e Lourdes. Non sono mancate rappresentanze dall’Indonesia, Cina, Messico, India e Tailandia rispettivamente con Sataraya, New Pearl, Interceramic, Kajaria, Somany e Cotto oltre a Eliane e Portobello (Brasile), Al-Jawdah (Arabia Saudita), American Standard e Kohler (USA). L’Europa ha portato nomi eccellenti come Grespania, (Spagna), Lasselsberger (Re. Ceca), Cersanit (Polonia), Estima (Russia), e Paradyz (Polonia). Anche il mercato locale non si è risparmiato e ha visto la presenza di prestigiosi gruppi come Marazzi, Emilceramica, Atlas Concorde, Casalgrande Padana, Del Conca e Sant’Agostino.

Il padiglione riservato a Claytech, che raccoglie il mondo della tecnologia per laterizio, è stato anch’esso visitato da importanti imprese del panorama internazionale, tra cui il Gruppo Etex, (Germania), Wienerberger (Austria), El Maimani, El Khayat e Yamahama (Arabia Saudita), Monier (Francia), Austral Bricks (Australia), Fanelli (Argentina), Gruppo Amouri (Algeria), FBM e Cotto Possagno per il mercato italiano.