Oggi la cittadinanza onoraria a Franco Stefani

Questa sera alle ore 18.45, presso il Castello di Spezzano, il presidente Elisabetta Valenti ha convocato il Consiglio Comunale per la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria all’ing. Franco Stefani, cerimonia prevista nel maggio scorso e poi rinviata per motivi di sicurezza a causa del terremoto.

La cittadinanza onoraria è il “dovuto tributo ad un insigne protagonista del mondo economico, per il contributo dato come imprenditore allo sviluppo economico e al benessere del Comune di Fiorano Modenese, fondando il Gruppo System e guidandolo fino a raggiungere una riconosciuta leadership nella produzione, nella ricerca, nella sforzo di innovazione, nel numero di brevetti depositati, nella capacità e nella volontà di guardare avanti oltre la crisi per individuare le vie di sviluppo; per l’impegno a superare i campanilismi e i localismi a favore di una capacità del nostro sistema produttivo di essere competitivo e di confrontarsi con il mondo; per l’impegno sociale a favore della nostra comunità”.

Franco Stefani è fondatore e presidente di System, gruppo leader nel settore dell’automazione industriale che conta 5 business units, 1320 dipendenti, 34 società controllate e 37 sedi in 24 paesi nel mondo.

Il suo esordio nel settore ceramico avviene a 16 anni quando, dopo aver frequentato l’istituto professionale, entra in un’azienda e sperimenta i primi sistemi elettronici applicati all’automazione che lo porteranno a rivoluzionare l’intero comparto della ceramica. A 21 anni si mette in proprio e dà vita alla Coemss, Costruzioni Elettromeccaniche Stefani Sassuolo.

La fondazione di System a Fiorano Modenese avviene nel 1970 e coniugando elettronica, elettrotecnica e meccanica diventa un polo tecnologico per i processi produttivi nelle lavorazioni ceramiche. Sviluppa il proprio core business specializzandosi nella produzione di automazioni industriali e diventa ben presto una fucina di innovazioni, da cui escono idee e brevetti destinati a cambiare radicalmente il panorama dell’automazione industriale: Rocket, Planar, Outliner, Falcon, Rotocolor, la macchina rotativa per decorazione e smaltatura di piastrelle ceramiche più diffusa nel mondo.

Le sue idee innovative danno vita, accanto a System Ceramics, a System Logistics e System Electronics. Nel 2000 inventa un processo completamente innovativo (divisione Lamina) per la produzione di un materiale all’avanguardia assoluta, leggero e performante, che chiama Laminam: una lastra ceramica di spessore 3 mm, per un peso di 7 Kg al mq, e fonda l’omonima azienda con sede a Fiorano Modenese e oggi Società per Azioni. Nel 2009 con l’acquisizione di Micromax, perfeziona i suoi sistemi di fine linea e packaging e dà vita a System Packaging, divisione industriale che presenta in anteprima mondiale ad Ipack-Ima 2012 l’ultima creazione brevettata: Freebox™, un sistema di confezionamento secondario trasversale ai comparti di logistica e packaging. Franco Stefani è attento protagonista nella comunità locale, sostenendo iniziative sociali, culturali, sportive e partecipando attivamente ai progetti legati al futuro del distretto e a nuovi modelli di sviluppo.

Franco Stefani è stato presidente di Acimac, consigliere di giunta di Confindustria e Modena e presidente del comitato locale di Unicredit Modena, Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Fra i riconoscimenti che ha meritato, si ricordano: il Premio Innovazione dell’International Academy of Ceramics del 2001; la laurea honoris causa in Ingegneria Elettronica dall’Università di Modena e Reggio Emilia nel 2002; la nomina a Cavaliere del Lavoro da parte del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel 2005; il Premio Ernst&Young come Imprenditore dell’anno, categoria “Innovation” nel 2006 e nlla categoria “Global” nel 2007; il Premio Italiano della Meccatronica organizzato e promosso dall’Associazione Industriali di Reggio Emilia nel 2008; il premio La Ciliegia d’Oro, promosso dal Centro Studi di Vignola nel 2009; il Premio internazionale alla Libertà per la sezione economia, assegnato nella città di Lucca dalla Società Libera e dedicato a personalità eccellenti che nei rispettivi campi sono state in grado di trasformare la società attraverso lotte per la libertà, l’innovazione, la scienza, nel 2011; il Premio internazionale Aldo Villa dalla Società Ceramica Italiana, per essersi distinto nel settore per intraprendenza e capacità di innovazione, nel 2011.