Azzerato il patto di stabilità per i Comuni colpiti dal sisma

Azzerato il patto di stabilità per i Comuni colpiti dal terremoto. La Giunta regionale ha approvato la delibera che ‘libera’ i Comuni colpiti dal sisma del maggio scorso dai vincoli del patto di stabilità nazionale, mettendo a disposizione i 40 milioni di potenzialità di spesa previsti dal decreto 74/2012.

Sono 48 in Comuni interessati. “L’attivita’ della Regione conferma il nostro impegno per sostenere le popolazioni e le imprese impegnate, insieme alle istituzioni, nella ricostruzione”, sottolinea Simonetta Saliera, vicepresidente e assessore al Bilancio della Regione Emilia-Romagna. “Con questo intervento liberiamo risorse per la ricostruzione e gli interventi che i Comuni sono chiamati ad effettuare”.

“Nelle condizioni economiche in cui siamo, rinunciare ad un’opera sapendo che i denari ci sono, sarebbe un peccato”, afferma il presidente di Confindustria Emilia-Romagna, Maurizio Marchesini commentando la notizia della proposta da parte dei Comuni del Bolognese di un tracciato alternativo per il Passante Nord ad Autostrade. “E’ una questione delicata. Noi continueremo a lavorare perche’ si trovi una soluzione”, assicura Marchesini. “Poi- conclude- ognuno fa il possibile per salvaguardare gli interessi delle proprie comunita’”.