Green food, green motors, consumi e stili di vita sostenibili l’anima green delle tante eccellenze del distretto

La seconda edizione del Festival Green Economy di Distretto, promosso dai Comuni di Fiorano Modenese, Casalgrande, Castellarano, Castelvetro, Formigine, Maranello, Sassuolo, Scandiano e Confindustria Ceramica, in collaborazione con Acimac, Lapam, Cna, Confesercenti e Confcommercio, con il patrocinio della Commissione Europea, del Ministero all’Ambiente, della Regione Emilia-Romagna, dell’Anci Nazionale, delle Province di Modena e Reggio Emilia, Camera di Commercio di Modena, vive venerdì 26 ottobre una giornata intensa per appuntamenti ed interessante per la varietà dei percorsi green che affronta, accendendo i riflettori sulle eccellenze del territorio del pedemonte modenese e reggiano, che non sono solo ceramica.

E’ ad esempio ‘green food’ come vuole dimostrare la tavola rotonda con visita guidata in programma a Scandiano alle ore 9, presso la Rocca del Boiardo, nella quale si affronta la tipicità dei prodotti locali per un’agricoltura e turismo sostenibile.

E’ educazione al recupero con le scuole che visitano il laboratorio Archimede di Castellarano ed è ‘Life Cycle Assessment’, come studia il corso che si svolge nella mattina a Casalgrande.

E’ ‘Green Motors” a Maranello, all’Auditorium Ferrari alle ore 9.15, con una tavola rotonda su mobilità (innovazione, prospettive e casi a confronto).

Sono i progetti green presentati dalle scuole superiori del distretto, messi a confronto a Sassuolo, presso l’Itis Volta.

E’ la visita al Mabic, la nuova biblioteca progettata da Arata Isozaki e Andrea Maffei in un edificio straordinario per bellezza, ma anche evoluto e sostenibile.

Sono ‘le certificazioni ambientali territoriali e di prodotti per la promozione agricola e turistica’, oggetto del woorkshop in programma nella Sala del Consiglio di Castelvetro alle ore 14.15.

Sono le procedure di certificazione Leed-Gbc del corso tecnico in programma a Sassuolo, prima di tornare a Casalgrande, alle ore 17, per parlare delle Reti d’Impresa Green: le pratiche in corso e le prospettive.

C’è ancora tempo per un green happy drink a Fiorano, alle ore 19, al pala green con i progetti di design; infine il patrimonio green del territorio emerge nella serata a Castellarano, dove il confronto è sugli stili di vita e i consumi sostenibili, prima di concludere la giornata con il cuoco Matteo Tassi ‘Serial griller’.