I giovani imprenditori ripartono dal Vecchio continente

Una riflessione sui destini dell’Unione europea, che sono anche quelli dei singoli Paesi membri, è di scena a Capri, al tradizionale convegno annuale dei giovani imprenditori di Confindustria.

“Europe under pressure” il titolo della due giorni. Venerdì 26 e sabato 27 ottobre, all’hotel Quisisana, si parlerà di disoccupazione, soprattutto quella giovanile; della desertificazione industriale, generata dalla chiusura delle imprese attive e dalla mancanza di sviluppo delle start up; di perdita di competitività.

Nutrita la delegazione modenese che prenderà parte alla due giorni. Tra i relatori anche Marco Arletti, amministratore delegato dell’azienda Chimar e vicepresidente del Gruppo Giovani di Confindustria Modena.

All’evento, che vedrà la partecipazione di esponenti di spicco del panorama istituzionale, accademico e imprenditoriale italiano, prenderanno parte i rappresentanti delle associazioni datoriali giovanili di Francia, Germania e Spagna, che saranno chiamati a siglare con i giovani imprenditori una “joint declaration” da portare al quadrilaterale del Consiglio europeo di dicembre 2012.

Parallelamente al convegno si svolgeranno i lavori della G20 Yea (Young Enterpreneurs Alliance) per la preparazione del Summit G20 in Russia; uno dei punti della joint declaration sarà esteso e condiviso dalle 20 sigle (G20 Leadership Assembly and Steering Committee) e portato al Summit come Common Proposal.