Il Festival Green Economy di Distretto fa tappa a Castellarano: filiere corte, prodotti a km zero e green style

Il Festival Green Economy di Distretto, giunto alla sua 2ª edizione e in programma dal 24 al 28 ottobre nel comprensorio modenese e reggiano della ceramica, rappresenta per i comuni promotori dell’evento uno spunto di riflessione su quanto fatto e quanto c’è ancora da fare per innovare, migliorare, integrare, coordinare, nel pubblico e nella società civile in ambito di salvaguardia dell’ambiente.

La “Green Economy” può rappresentare per il Distretto Ceramico e per il suo territorio un volano di cambiamento, offrire nuove opportunità commerciali, stimolare innovazioni tecnologiche, trovare nuove soluzioni a problemi ambientali e sociali per molti distretti industriali in crisi o in fase di trasformazione, e per il loro territori.

Interessate a questa metamorfosi sono varie filiere produttive: dalle energie alternative alle tecnologie pulite, dalla mobilità alla gestione dei rifiuti alla bio-edilizia, dalle nano e bio-tecnologie ai motori green, dall’agricoltura sostenibile alla tutela delle acque e ai prodotti alimentari delle filiere corte.

Proprio di filiere corte, prodotti a km zero e green style in generale che si dibatterà a Castellarano nella serata del 26 ottobre alle ore 21 nella Casa Aperta del Parco dei Popoli.

La serata prenderà forma con il saluto del primo cittadino della città ospitante, Gian Luca Rivi per proseguire subito dopo, con il primo tema in discussione: “Le Reti dei Gruppo Acquisto Solidale; Filiera Corta Km0 e Trame Sane; Filiera del Tessile Etico e Sostenibile”. A parlarcene sarà Giancarlo Iacheri del gruppo d’acquisto solidale GasTellarano 238, da diversi anni presente sul territorio.

A seguire Sabrina Campani di Coldiretti Reggio Emilia, ci aprirà a nuovi orizzonti affrontando il tema: “Urban gardening, orti scolastici, mercati contadini. Il ritorno alla terra?”.

Al termine dell’intervento della rappresentante di Coldiretti, la tavola rotonda “Consumi e stili di vita sostenibili: meglio, più giusto. Nuove opportunità e stili” metterà a confronto le opinioni di Roberta Rivi, assessore all’agricoltura Provincia di Reggio Emilia, Massimo Becchi di Legambiente e Roberto Bandieri del WWF.

La chiusura frizzante della tappa green castellaranese verrà proposta dalla presenza di Matteo Tassi, cuoco di fama nazionale, recente vincitore del premio “La scuola, cucina di classe” e conduttore sul canale satellitare “Gambero Rosso Channel” della fortunata trasmissione “Serial Griller”.

Tassi porterà un esempio live di come cucinare prodotti a km zero. Il risultato finale sarà a disposizione degli intervenuti per una degustazione gratuita (i buoni degustazione verranno distribuiti insieme alle cartelline stampa consegnate a inizio convegno).

Il Festival Green Economy di Distretto è promosso dai Comuni di Fiorano Modenese, Casalgrande, Castellarano, Castelvetro, Formigine, Maranello, Sassuolo, Scandiano e Confindustria Ceramica, in collaborazione con Acimac, Lapam, Cna, Confesercenti e Confcommercio, con il patrocinio della Commissione Europea, del Ministero all’Ambiente, della Regione Emilia-Romagna, dell’Anci Nazionale, delle Province di Modena e Reggio Emilia, Camera di Commercio di Modena