Rotary Sassuolo ospita la vicepresidente nazionale Confindustria

Il 6 novembre scorso il Rotary Club di Sassuolo ha ospitato la vice presidente di Confindustria nazionale Antonella Mansi, che è intervenuta parlando di “Confindustria, quale rappresentanza?”. Socia del Rotary di Follonica, Antonella Mansi vanta un curriculum di tutto rispetto che culmina, nel 2010, con l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. E’ stata la più giovane presidente di una federazione regionale, avendo guidato Confindustria Toscana dal 2008 al 2011.

Il “numero due “ di Viale dell’Astronomia ha ricordato come Confindustria sia la sintesi di diverse realtà distribuite su tutto il territorio: 99 associazioni territoriali, 97 associazioni di categoria, 25 federazioni di settore e 18 confindustrie regionali. Oggi Confindustria conta circa 150.000 imprese per un totale di oltre 5 milioni e mezzo di dipendenti: se prima la stragrande maggioranza degli associati apparteneva al settore manifatturiero, oggi una grande fetta di aziende associate a Confindustria si occupa di servizi e turismo.

La provincia modense vanta diverse importanti Associazioni che hanno il merito di essere molto vicine alle realtà produttive del luogo, accompagnandone lo sviluppo e creando un network di relazioni tra l’industria, le istituzioni, le scuole e i cittadini.

“La crescita del Paese – ha detto Antonella Mansi – passa necessariamente attraverso la crescita delle Imprese, che creano lavoro e ricchezza. Oggi la pressione fiscale sta strozzando il sitema industriale italiano ed esiste un grande problema sul credito”. Sul ruolo delle donne nel mondo del lavoro: “Se devo scegliere un collaboratore lo scelgo bravo, non mi importa che sia uomo o donna – ha detto la Mansi – e credo sia assurdo parlare di quote rosa, dobbiamo valorizzare il merito”. Non sono mancate le provocazioni e sul ruolo di Fiat nel panorama industriale italiano “Fiat è stata una componente fondamentale del sistema per lungo tempo, oggi ha cambiato la propria strategia e ha fatto legittime scelte diverse – spiega la Mansi – in particolare sulle relazioni industriali; nella nostra cultura imprenditoriale il dialogo con le parti sociali è un valore fondante”.

Numerosi gli ospiti della serata: il direttore generale di Confindustria Ceramica Armando Cafiero accompagnato dal responsabile comunicazione della stessa associazione Andrea Serri; l’ex presidente dei giovani industriali di Modena Davide Malagoli; il presidente di Siti/B&T Group Fausto Tarozzi con l’ing. Lanzi Roberto; il sig. Tolun Vural, socio rotariano turco e presidente di Bozuyuk Seramik.