Benzina/ Verde sotto quota 1,8: cali Eni, Shell e Tamoil

Dopo oltre un mese, Eni torna ad “aggiustare” i propri listini consigliati e lima di un cent sia quello della benzina sia quello del gasolio.

Una decisione che influenzerà certamente il mercato nei prossimi giorni e che consente al Cane a sei zampe di restare sempre la compagnia più conveniente sul mercato. Anche se Shell (che ha ridotto i prezzi di 2 cent) è da questa mattina molto vicina. Gli interventi odierni (c’è anche quello di Tamoil, -0,1 cent) seguono il quarto calo consecutivo delle quotazioni internazionali, scese anche ieri con decisioni: 7 euro in meno per mille litri la verde (541) e 10 in meno per il diesel (607. In pratica, nelle ultime quattro sessioni il prezzo è sceso di 2,5 cent al litro per la benzina e di 2,9 per il gasolio.

In decisa flessione le medie ponderate in modalità servito: verde a 1,798 (-0,5 centesimi), diesel a 1,759 (-0,6 centesimi). Fermo il Gpl a 0,864 e nuova oscillazione del metano che ha recuperato lo 0,1 cent che aveva ceduto ieri e torna a a 0,990.