Draghi: nel 2013 ripresa graduale

La Banca Centrale Europea nella riunione di oggi ha lasciato i tassi fermi allo 0,75%. L’Eurotower ha lasciato invariati anche il tasso marginale all’1,5% e quello sui depositi a zero.

L’inflazione nell’area euro è scesa ed è attesa sotto il 2% nel 2013. La debolezza economica dovrebbe proseguire nel corso dell’anno prossimo, con una ripresa graduale, ha detto il presidente della Bce Mario Draghi.

La Banca centrale europea ha inoltre ribassato le sue stime sulla crescita 2012 (fra -0,6% e -0,4%) e per il 2013 (fra -0,9 e +0,3%).

La Bce continuerà a fornire liquidità illimitata alle banche con aste trimestrali almeno fino a luglio, e comunque per tutto il periodo necessario, ha detto Draghi.

E’ “cruciale” continuare sulla strada della sorveglianza bancaria unica Europea, nell’ambito dell’ Unione bancaria, ha detto il presidente della Bce, aggiungendo che la Bce guarda con grande interesse alla ‘roadmap’ che verrà discussa del consiglio Ue di metà dicembre.