Giovani al futuro. Contributi alle imprese che danno lavoro ai ragazzi

Fino al 31 dicembre rimarrà aperto un bando per dare 500 euro al mese per 6 mesi a 15 aziende che inseriranno ragazzi e ragazze per minimo 3 mesi.

Oggetto

Quindici giovani potranno fare il loro ingresso nel mondo del lavoro grazie a un bando che invita le imprese della provincia di Modena a presentare, entro il 31 dicembre 2012, progetti di inserimento in azienda. L’obiettivo è inserire 15 giovani, uno per impresa, per ciascuno dei quali saranno dati contributi economici fino a un massimo di 500 euro al mese per sei mesi.

Con questo bando della Fondazione Democenter-Sipe, a cui il Comune di Modena ha affidato la realizzazione operativa di “Giovani al Futuro”, si apre una fase nuova per il progetto nato per “intercettare” i giovani di età tra i 17 e i 28 anni e accompagnarli con opportunità e supporto nella costruzione di percorsi di studi e professionali. Questa fase dell’inserimento viene dopo un lavoro di conoscenza, apprendimento e confronto tra ragazzi e rappresentanti delle imprese.

Il bando punta a selezionare progetti di inserimento lavorativo presentati da aziende attive sul territorio provinciale, per giovani fino a 28 anni di età, diplomati o laureati, iscritti al sito www.giovanialfuturo.it.

I progetti di lavoro dovranno avere una durata minima di tre mesi e riceveranno un contributo, concesso direttamente all’azienda, pari a un massimo di 500 euro al mese per un massimo di sei mesi (quindi fino a 3 mila euro), a copertura del 70% del valore della retribuzione concessa al giovane inserito attraverso contratti di lavoro a tempo determinato, collaborazioni a progetto, tirocini formativi, contratti di apprendistato.

Destinatari

15 imprese che inseriranno per almeno 3 mesi 15 giovani tra i 17 e i 28 anni, iscritti al sito www.giovanialfuturo.it

Modalità operativa

Per partecipare le aziende devono presentare entro il 31/12/2012 una loro dichiarazione d’interesse compilando un modulo scaricabile da internet sul sito www.giovanialfuturo.it, che è lo stesso attraverso il quale si raccolgono le candidature e i curricula dei giovani da inserire