Lapam Federimpresa: consumi in calo, cambiano le abitudini ma il regalo resta un must.

lapam“Il regalo resta un must per Natale: quasi nessuno rinuncia a un pensiero, anche se è vero che si spende meno rispetto allo scorso anno”.

Rita Cavalieri, presidente provinciale Licom, commenta una analisi dell’associazione tra un campione di negozianti aderenti Licom. Il calo dei consumi è nei fatti, per Natale, a Modena e provincia, finora si registra una flessione dei consumi intorno al 10%, con un calo importante nell’abbigliamento e calzature e una sostanziale tenuta per agroalimentare, casalinghi e articoli di elettronica e telefonia (grazie al boom dei tablet).

Ma più di un negoziante ha anche affermato che la tenuta è più robusta, al di là della tipologia di esercizio commerciale, dove si propone un servizio più attento e dove si riescono a fidelizzare i clienti.

“Questo dimostra che è sempre più determinante adeguarsi ai cambiamenti e rimanere al passo coi tempi.

Di fatto – prosegue Cavalieri – questi cali dei consumi riflettono un cambiamento delle abitudini da parte dei cittadini. Sempre più si aspetta il prezzo ritenuto giusto (ad esempio su abbigliamento, accessori e calzature, ma anche non di rado su televisioni e altri elettrodomestici), sempre più ci si affida a chi si conosce bene, specie per acquisti di una certa importanza, proprio per evitare problemi.

Proprio per questi motivi, come Licom, continuiamo a invitare i nostri aderenti a puntare molto sulla qualità del servizio e forniamo opportunità formative e di aggiornamento per rimanere al passo coi tempi.

Questo Natale – conclude la presidente Licom – è certamente molto difficile per il commercio, ma vediamo che i nostri clienti non rinunciano a un pensiero, a un regalo magari più piccolo di alcuni anni fa ma comunque sentito. Anche questo è un segnale, che i consumatori non vogliono rinunciare a spendere quanto è nelle loro possibilità per le festività”.