Il 2012 anno nero: 4 su 10 italiani non sono arrivati a fine mese

crisinataleIl 2012 è stato un anno decisamente nero per gli italiani: la crisi ha colpito l’80% delle famiglie. Quattro italiani su dieci non sono riusciti ad arrivare a fine mese con i propri guadagni, mentre l’86% ha ridotto le spese. È questo il quadro che emerge dal Sondaggio Confesercenti-Swg sulle prospettive economiche dell’Italia per l’anno appena iniziato.

Nel 2012 il 41% degli interpellati dichiara di non riuscire ad arrivare a fine mese, né con il proprio reddito né con quello familiare. E se nel 2010 circa il 72% del campione riusciva a far fronte alle spese della famiglia per tutto il mese, quest’anno la percentuale cala bruscamente al 59%. Cresce invece di 5 punti rispetto a due anni fa il numero di coloro che ce la fanno solo fino alla seconda settimana (ora il 23% del campione), mentre sale di ben 8 punti la platea di chi arranca fino al traguardo della terza settimana (passando dal 20% del 2010 al 28% del 2012). L’80% degli intervistati segnala che la crisi ha colpito anche il proprio nucleo familiare: il 37% ha ridotto fortemente le spese, il 21% ha invece tagliato sulle attività di svago.

Problemi lavorativi per il 20% delle famiglie italiane che hanno registrato: la perdita del posto di lavoro (il 14%) o la cassa integrazione per uno dei suoi membri (il 6%).

Emergenza lavoro in cima alle questioni da affrontare per il nuovo esecutivo. Lo chiede la maggioranza degli italiani (il 59%). Subito dopo, gli italiani chiedono di abbassare le tasse e di ridurre i costi della politica (il 23% del campione in entrambi i casi).