Banche: allarme Bankitalia, ancora giu’ prestiti a dicembre -0, 9%

Banca-dItaliaImpieghi ancora in calo per le banche italiane a dicembre. I dati forniti dalla Banca d’Italia registrano una contrazione dello 0,9% dei prestiti al settore privato su base annua. Il dato e’ comunque in leggero miglioramento rispetto al -1,5% di novembre. Nel dettaglio, i prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,5% sui dodici mesi (-0,3% a novembre), mentre quelli alle societa’ non finanziarie sono diminuiti del 2,2% a fronte del -3,4% del mese precedente.

In ripresa appare invece la raccolta. A dicembre il tasso di crescita sui dodici mesi dei depositi del settore privato e’ aumentato al 6,9% dal 6,6% di novembre. Il tasso di crescita sui dodici mesi della raccolta obbligazionaria e’ invece sceso al 4,8% dal 10,6% del mese precedente. Stabili le sofferenze.

Il tasso di crescita sui dodici mesi si e’ attestatto al 16,6%, dal 16,8% di novembre. I tassi d’interesse sui finanziamenti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni sono diminuiti al 3,92% (4,05 a novembre); quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono calati al 9,06% (9,49% a novembre). I tassi d’interesse sui nuovi prestiti alle societa’ non finanziarie di importo inferiore a 1 milione di euro sono scesi al 4,43% (4,49% nel mese precedente), mentre i tassi sui prestiti di importo superiore a tale soglia sono aumentati al 3,15% (3,06% a novembre). I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari all’1,25% (1,28% a novembre).