Cevisama ha chiuso all’insegna dell’ottimismo. Appuntamento al 4 febbraio 2014

cevisamaLa qualità e l’internazionalità del compratore e fatturato hanno segnato l’ultima edizione di Cevisama, concorso che chiude i battenti a Feria Valencia. Per quattro giorni la mostra ha mostrato le ultime tendenze del settore ceramico e dalle industrie connesse, pietra naturale e bagno, ed è diventato un punto d’incontro internazionale per tutti i professionisti coinvolti in questi settori.

In assenza di dati ufficiali ancora pareggio, le previsioni sono ottimistiche. Secondo il presidente della manifestazione assicura, Armando Ibáñez, “Percezioni, seconda di ciò che ci hanno detto in tribuna, sono fantastici “. Ibanez ha sottolineato che “il commento generale è che la mostra è stata visitata da più acquirenti internazionali e ha fatto affari”. “So che alcuni produttori di euforia, perché ha chiuso contratti molto importanti “, spiega il presidente, che ha trascorso quasi tutta la mattina a piedi le sale per raccogliere le impressioni degli espositori.

E ha insistito Carmen Alvarez, Cevisama direttore: “Dal primo giorno abbiamo trovato un notevole afflusso di buyer internazionali in particolare clienti, e abbiamo confermato. Professionisti dei mercati arabi, Mercati europei russi e tradizionali hanno avuto una presenza molto importante “.

Nel frattempo, Presidente Ascer (Associazione Spagnola di Fabbricanti di piastrelle di ceramica), Joaquin Pignone, ha sottolineato la qualità del visitatore. “Tutto era bersaglio. I visitatori sono stati acquirenti interessati “, osservò.

Spagnolo industria ceramica, è riuscita a chiudere l’anno con un incremento di oltre 10% esportazioni attesi e ri-crescere all’aperto in questo esercizio, ha ancora una volta dimostrato la sua fiducia in Cevisama come strumento di marketing e di indiscussa piattaforma commerciale per affrontare nuovi mercati. Non per nulla, Cevisama è lo spettacolo spagnolo che riceve più visitatori stranieri.

Cevisama presidente ha anche voluto sottolineare che le aziende spagnole “hanno dimostrato ancora una volta il motivo per cui sono leader nell’innovazione, la configurazione di un negozio nuovo e attraente che ha superato le aspettative dei visitatori più attenti “.

L’ultimo giorno di Cevisama, Presidente della Fondazione Globalità e Microeconomia, Justo Nieto, chiuso la conferenza Exco organizzata dalla Universitat Politecnica de Valencia (UPV).

Nipote, nel documento “innovare o non innovare, che non è il problema “, ha rimosso alcuni dei miti associati con l’innovazione e la R & S i. “Come termine, è un’oscenità. L’innovazione non è paragonabile alla Ricerca + Sviluppo, metodo è solo. L’innovazione è molto più; trasforma in un successo ricchezza e business “, ha detto l’ex ministro ed ex presidente della UPV. Nieto ha difeso, davanti ad un pubblico di studenti, opportunità di quello che ha definito “nuova normalità. Tipicamente, la corrente. Che cosa era strano prima “.

Anche questa Cevisama mattina è stata teatro di un atto di Villarreal CF. che ha creato entusiasmo nel Pamesa Ceramica stand. In particolare, la presentazione del giocatore messicano Javier Aquino.

D’altronde, Robbrecht studio belga di fama nel Daem chiuso il programma Forum Cevisama Architettura e Design Lab. L’architetto Paul Robbercht ha pronunciato un interessante convegno che ha sottolineato, attraverso esempi, opere in cemento, le enormi possibilità della ceramica nel campo dell’architettura.

La prossima edizione si svolgerà dal 4 al 7 Febbraio 2014.