Iris ceramica e Mc Donald’s

irisIl prossimo 4 marzo riprenderà, in pieno, la produzione di rivestimenti nell’unità produttiva Iris di Fiorano. La conferma è arrivata dall’ultimo incontro fra i rappresentanti dell’importante gruppo ceramico e i sindacati dove, fra l’altro, l’azienda ha posto in risalto l’investimento di un milione di euro finalizzato all’acquisto di una macchina digitale per la realizzazione di prodotti innovativi da installare, entro il mese di aprile, su una linea già individuata all’interno dello stabilimento. Oltre a questo è in fase di montaggio una macchina squadratrice a lato del forno.

Durante l’incontro è emerso come GranitiFiandre-Iris stia contrattando con la catena Mc Donald’s, la catena statunitense di ristorazione specializzata in hamburger, per la pavimentazione e il rivestimento di diversi negozi negli Stati Uniti e in Canada. Questo perché l’Iris produce un prodotto particolare, chiamato <saponetta>, adatto a questo tipo di locali pubblici tanto che anche il MsDonald’s di Sassuolo, una decina d’anni fa, fu pavimentato e rivestito con piastrelle con il marchio Iris. Analoga situazione commerciale, per la vendita di rivestimenti esterni, con Carrefour, il secondo più grande gruppo al dettaglio nel mondo in termini di reddito e vendite dopo l’americana Wal-Mart ed il primo a livello europeo; in Italia è il secondo distributore nazionale.

Se le due operazioni commerciali andassero a buona fine ne gioverebbe il futuro di questo gruppo ceramico che attualmente vede i suoi dipendenti, da un anno, interessati ad un contratto di solidarietà. Da parte sindacale traspare che, molto probabilmente, ci sarà una nuova richiesta, sempre di un anno, di questo ammortizzatore sociale che dovrebbe interessare le maestranze dei tre siti produttivi ex-Iris: Fiorano, Sassuolo e Viano.

l.g.