Bce: allarme disoccupazione giovani, i governi agiscano

bceLe economie dell’Eurozona dovrebbero vedere una “graduale ripresa nel secondo semestre”. Tuttavia – scrive la Bce nel bollettino mensile – vi sono “rischi al ribasso” fra cui “una lenta o insufficiente attuazione delle riforme strutturali”, che potrebbero “ritardare la ripresa economica”.

La Bce conferma la revisione al ribasso delle sue stime sulla crescita dell’Eurozona, ora attesa fra -0,9% e -0,1% per il 2013 e fra 0 e +2% per il 2014. Le stime precedenti erano fra -0,9% e +0,3% per il 2013 e fra +0,2% e +2,2% per il 2014. “La revisione per il 2013 – scrive la Bce – riflette in prevalenza l’effetto di trascinamento più negativo derivante dal dato del Pil per il quarto trimestre 2012”. Praticamente invariate le stime d’inflazione, attesa fra l’1,2 e il 2% quest’anno e fra lo 0,6% e il 2% nel 2014.

I governi agiscano per combattere la disoccupazione giovanile

Per la Bce è “particolarmente importante” che i governi affrontino la disoccupazione giovanile: “sono necessarie – si legge nel bollettino mensile – altre riforme dei mercati del lavoro e dei beni e servizi per creare nuove opportunità di occupazione”, promuovendo un’economia dinamica, flessibile e concorrenziale

Boom di debiti pubblici, rischi per la crescita

Il debito pubblico in molte economie avanzate “ha raggiunto livelli raramente osservati in tempo di pace”, e resterà elevato dopo la “impennata” dopo la crisi finanziaria. Lo scrive la Bce notando “gli effetti avversi che un elevato debito pubblico, specie se superati certi livelli in rapporto al Pil, potrebbe avere sulla crescita”.

Condizioni restrittive per redito a imprese

Per le piccole e medie imprese dell’Eurozona le condizioni per la concessione di credito appaiono “restrittive”. Lo afferma la Bce nel suo bollettino mensile. “La moderata dinamica dei prestiti riflette in gran parte l’attuale fase del ciclo economico, l’accresciuto rischio di credito e l’aggiustamento in atto nei bilanci dei settori finanziario e non finanziario”, aggiunge l’Eurotower.