Cambio di programma: Cevisama dal 11 al 14 Febbraio 2014

cevisamaCambio di programma per un Ente fiera valenciano ed un’Ascer che cercano di fare passare come un successo l’ultima edizione di Cevisama ma che, evidentemente, sono stati costretti a fare i conti con numeri non eccezionali che li ha convinti a cambiare programma e ad unire la prossima edizione con altre due fiere già esistenti.

La prossima edizione di Cevisama, quindi, si svolgerà dal 11 al 14 Febbraio 2014 in coincidenza con la celebrazione a Feria Valencia di altri eventi con i quali ha importanti sinergie: Feria Habitat Valencia, Fimma e Maderalia.

La scelta della data, afferma un comunicato dell’Ente Fiera, è dipesa dal voler venire incontro agli interessi di tutti i settori rappresentati nelle diverse fiere. Nel caso di Cevisama, il fattore principale che ha inciso sulla scelta di posticipare la fiera di una settimana (inizialmente prevista dal 4 al 7 Febbraio) è stato quello di evitare di far coincidere l’evento con i giorni centrali delle celebrazioni del Capodanno cinese.

A questo proposito, gli imprenditori del settore ceramico hanno sottolineato l’importanza del mercato asiatico per l’industria spagnola e, di conseguenza, per la sua fiera di riferimento. Infatti, le esportazioni di piastrelle spagnole verso questo mercato prevedono nel complesso più del 25% delle vendite all’estero di questo settore.

Ascer ed Ente Fiera, poi, snocciolano dati e cifre sull’ultima edizione con toni entusiasti.

Gli espositori, afferma la nota stampa, hanno scoperto che la fiera è stato un eccellente piattaforma di business ed è stata, nonostante un anno difficile e il contesto economico, il punto di incontro dei settori professionali più importanti che compongono il campione. Cevisama 2013, tenutasi dal 5 al 8 di febbraio, ha aumentato l’internazionalità dei suoi visitatori. Un totale di 61.527 acquirenti di un 20% sono stati i professionisti stranieri (percentuali in crescita rispetto allo scorso anno quando era pari al 18%).

In particolare, l’evento ha ospitato 12.323 professionisti internazionali, che rappresentano una diminuzione di appena il 4% della precedente edizione, quando la finestra era più ampia per includere il settore delle macchine e quando Cevisama raggiunse un record di 12.880 professionisti stranieri, che era la figura secondo migliore nella storia del concorso. Inoltre, spiega il regista Cevisama, Carmen Alvarez, deve tener conto della necessità per le aziende di valutare costi sostenuti per ridurre il numero dei rappresentanti per impresa.

“E ‘un dato di fatto che abbiamo visto, è che, data la situazione, la società che ha inviato quattro commerciali a Cevisama, ora ne manda due soltanto,” dice. Per quanto riguarda l’origine dei professionisti, il mercato europeo è stata il protagonista, con il 54,5% del totale dei visitatori stranieri. Italia, Francia, Regno Unito, Portogallo e Germania sono i paesi europei con la più alta rappresentanza. Altrettanto degno di nota è stata la visita di buyer provenienti da Russia e Nord Africa. Infatti, in Cevisama 2013 quasi il 15% dei visitatori stranieri sono venuti dal continente africano, soprattutto in paesi come il Marocco, l’Algeria, l’Egitto e la Tunisia. Infine sono arrivati professionisti asiatici dal Libano, Turchia, Arabia Saudita, India, Iran ed Emirati Arabi Uniti.

Per quanto riguarda il profilo del compratore, la maggior parte di questo gruppo di distributori, produttori, gruppi di acquisto e punti vendita, e professionisti associati (architetti e interior designer). “L’industria ceramica spagnola ha ancora una volta dimostrato la sua fiducia in Cevisama come piattaforma di marketing e commerciali per affrontare nuovi mercati indiscutibile. E Cevisama è rafforzata come la fiera spagnola che riceve più visitatori stranieri “, dice Armando Ibanez.