Cer: Country Report Brasile, lean production e real estate

CerIn spedizione in questi giorni ad un vasto indirizzario di operatori, Cer il Giornale della Ceramica n. 337 è sfogliabile sul sito www.confindustriaceramica.it e liberamente scaricabile all’applicazione per iPad (Ceramica). Questo numero della rivista, che quest’anno compie quarant’anni, verrà distribuito anche alla fiera brasiliana Revestir (5-8 marzo) e a Mosbuild (Mosca, 16-19 aprile). Nucleo centrale di questo numero è il Country Report sul Brasile: un’area tematica, con dieci pagine di articoli, interviste e statistiche, dedicata al mercato brasiliano. L’intervista è a Diego Caron, titolare della Caron A&D S.r.l., che spiega come applica i dettami della lean production, mentre real estate illustra sulla base di analisi condotte da Eurisko, Cresme e Censis le motivazioni di acquisto e fruibilità delle abitazioni. Il CEO di Ceramiche Del Conca Enzo Donald Mularoni illustra il progetto per la nuova fabbrica in Tennessee. Il numero si completa con un articolo sull’intermodalità ferroviaria in Francia e la Galleria “Smalti e colori”.

Il Rapporto Paese si apre con l’intervista ad Antonio Carlos Kieling, sovrintendente ANFACER – l’Associazione brasiliana dei produttori di ceramica, sanitari e prodotti accessori – che illustra le prospettive dell’industria ceramica brasiliana, uno dei principali produttori mondiali che ha raddoppiato i volumi produttivi negli ultimi 10 anni, passando dai 450 milioni di metri quadrati del 2000 ai quasi 900 del 2012. Il Report approfondisce come siano le tendenze demografiche a guidare il consumo di piastrellle di ceramica locale, analizzando lo spaccato sociale della popolazione brasiliana – evidenziato dalla relazione di Ruth Fingerhut presentata alla fine di novembre alla Conferenza Internazionale promossa da Tile Brasil -, con un aumento del + 35% nella numerosità della classe “medio-alta”.

Due interviste, a Eduardo Sampaio Nardelli, presidente di AsBEA – l’Associazione brasiliana degli architetti – e a Claudio Elias Conz, presidente di Anamaco – L’Associazione nazionale dei rivenditori dei materiali da costruzione – completano poi il quadro del settore immobiliare.

Il Rapporto Paese si chiude con la partecipazione delle piastrelle di ceramica italiane a Expo Revestir, la fiera internazionale dei rivestimenti di San Paolo, in cui quindici aziende, sotto l’egida del marcho Ceramics of Italy espongono l’eccellenza della produzione italiana.

L’Intervista, rivolta a Diego Caron, presidente Caron A&D S.r.l. racconta come la lean production si sposi con la filosofia aziendale, che punta sulla creazione del valore attraverso la riduzione degli sprechi interni associata alla comprensione delle esigenze del cliente. L’offerta Caron si basa dunque su prodotto, servizio e reingegnerizzazione della relazione con il cliente: basilare è trovare sul mercato clienti che ragionano nello stesso modo, con i quali si condividono tutte le tecniche di gestione.

Enzo Donald Mularoni, CEO di Ceramica Del Conca, illustra peculiarità e progetti relativi all’investimento da 50 milioni di dollari per il nuovo stabilimento in Tennesse. Si tratta di un’operazione d’internazionalizzazione per Del Conca perchè investendo all’estero sarà in grado di meglio supportare le produzioni fatte in Italia. Gli Stati Uniti, già ora ottimo mercato per l’azienda ceramica, potranno ulteriormente svilupparsi grazie alla fabbrica americana che potrà sfruttare economie sui trasporti, assenza di dazi, maggiore rapidità, anche attraverso la consegna di piccole quantità e non solo di “full container”.

Nella sezione Real estate vengono evidenziate, secondo indagini condotte da Eurisko, Cresme e Censis, le motivazioni che spingono gli italiani all’acquisto delle abitazioni, la funzionalità e i valori ad esse attribuiti. Nonostante il persistere della crisi economica, una ricerca del 2011 firmata dal McKinsey Global Institute dimostra come gli italiani non sembrino voler risparmiare sulla cura dell’appartamento o, per lo meno risparmiano meno di quanto facciano gli altri europei.

Il trasporto intermodale ferroviario è il tema della sezione Logistica, dove viene affrontato il caso francese. Il trasporto combinato di unità di trasporto intermodale costituisce una fetta importante del trasporto ferroviario francese, attualmente pari a un traffico di oltre 30.000 treni all’anno (circa un milione di camion tolti dalla strada). Per contrastare la concorrenza proveniente dai tedeschi della DB e delle compagnie ad essa collegate, il governo francese ha intrapreso una politica di deciso rilancio del trasporto ferroviario delle merci, coerente con gli obiettivi sulla riduzione dei gas serra che l’Unione Europea si è posta.

Smalti e colori costituisce infine l’argomento dell’ampia Galleria, che raccoglie le presentazioni delle ultime innovazioni in campo di decorazione ceramica, introdotte dagli interventi di alcuni esperti del Distretto ceramico di Sassuolo che spiegano come la necessità di oggi sia quella di un sistema digitalizzato che permetta di conseguire gli obiettivi del time to market attraverso la creazione di un prodotto che persegua un determinato target estetico con contenuti costi di gestione della produzione.