Emilia Romagna. Pioggia nel week end poi l’ultima ghiacciata dell’inverno

pioggiaL’inverno sembra non volerne sapere di andarsene. Fino a metà della prossima settimana – riferisce ilmeteo.it – il tempo continuerà ad essere incerto.

Da lunedì poi comincerà una nuova settimana all’insegna dell’instabilità diffusa sul territorio per l’arrivo costante di fronti instabili atlantici. Da metà settimana è confermata l’arrivo di una ondata di freddo per correnti che si dispongono da Nord pilotando sul bacino centrale del Mediterraneo un vortice invernale di matrice artica responsabile di un nuova fase, forse l’ultima della stagione, di stampo invernale tra giovedì 14 e sabato 16 marzo.

Domenica 10 marzo il maltempo dovrebbe attenuarsi in Romagna, con piogge deboli su tutta la regione ad eccezione di Rimini, dove le precipitazioni dovrebbero cessare intorno all’1.

Per lunedì 11 e martedì 12 marzo previsti due giorni di pioggia intensa. Ma è da mercoledì 13 che inizia una fase instabile con colpo di coda invernale. Arriva dalla Francia un vortice depressionario associato ad aria relativamente fredda di matrice artica il quale porta nubi e piogge diffuse al Nord, al Centro, specie aree tirreniche, Sardegna, sulla Campania, Sicilia poi progressivamente anche sul resto del Sud entro sera. Locali nevicate in abbassamento di quota fino a 3-500 m sulle Alpi e Prealpi, a 500-600 m anche sulla Sardegna in giornata, a 800-1200 m in Appennino. La notte neve forte a 400-500 m sulla Romagna.

Giovedì il vortice ciclonico invernale si porta sulle regioni centro-meridionali con maltempo diffuso all’insegna di piogge e rovesci frequenti e con nevicate fino a bassa quota sul nord Appennino e sulla Romagna, localmente Emilia inizialmente in collina al Centro e Sardegna, a 600-800 m al Sud poi neve in ulteriore calo al Centrosud fino in pianura la sera sul medio Adriatico, a 300-600 m al Sud. Tempo migliore in via generale al Nord salvo fiocchi fino in valle sulle Alpi. Temperature in calo ovunque.