L’Inps non invia più i Cud ai pensionati

pensioniNovità in arrivo dall’Inps per i pensionati. L’Istituto nazionale della previdenza sociale ha deciso infatti da quest’anno di non inviare più a casa dei pensionati il prospetto riepilogativo della pensione annuale detto ObisM , e i CUD relativi ai redditi erogati nel 2012. Tali moduli posssono essere ritirati presso gli “sportelli veloci” presenti presso tutte le sedi Inps, oppure per via telematica sul sito dell’INPS, tramite un codice PIN individuale che, ad oggi, è in possesso solo di un terzo dei pensionati.

Secondo la Federconsumatori “si tratta di una decisione scandalosa che lascia, a dir poco, sbalorditi. Il diritto a ricevere la documentazione sulle spettanze mensili e sul reddito percepito nell’anno, al fine di adempiere ai propri obblighi fiscali, dovrebbe essere garantito. Non tutti i pensionati sono, purtroppo, in grado di utilizzare i computer presenti presso le postazioni informatiche self service disponibili presso le strutture territoriali dell’Istituto.”

L’associazione dei consumatori ricorda inoltre come oltre il 50% dei pensionati non possiede un computer e probabilmente non ha nemmeno le risorse economiche per acquistarne uno e per pagare l’ADSL.

“La soluzione migliore – continua la Federconsumatori – sarebbe rivolgersi agli uffici postali che, tramite il servizio “Sportello Amico”, rilasciano per conto dell’Inps il modello CUD, ma, qui è la farsa, dietro il pagamento di 2,70 euro più iva. In una situazione di disagio economico, ormai gravissima, fare risparmi su coloro che sono già enormemente penalizzati dalla crisi economica, non solo, è ingiusto, ma anche oltraggioso.”