Expo 2015: ok a Commissario unico, lo nominera’ prossimo Governo

expo2015Il decreto legge con provvedimenti urgenti, approvato oggi dal Consiglio dei ministri, interviene sull’Expo 2015, con una modifica dela governance “unificando le figure del Commissario straordinario del Governo con quella del Commissario generale dell’Esposizione”.

LO rende noto Palazzo Chigi spiegando che “al nuovo Commissario Unico che verra’ nominato dal prossimo Presidente del Consiglio ” vengono attribuiti poteri in deroga alla legislazione vigente a mezzo ordinanza, nonche’ poteri sostitutivi per risolvere eventuali criticita’. In tali attivita’ potra’ essere coadiuvato da un massimo di 3 delegati da scegliere nell’ambito di riconosciute professionalita’ nelle discipline giuridiche, economiche ed ingegneristiche e tra soggetti di comprovata esperienza istituzionale. In particolare il decreto prevede che uno dei delegati sia scelto nel ruolo dei Prefetti”.

La legge di riforma della Protezione civile, ricorda la Presidenza del Consiglio, “varata dal Governo Monti, aveva sottratto dagli interventi di protezione civile quelli connessi alla gestione dei cosiddetti ‘Grandi Eventi’. La stessa legge aveva tuttavia, in considerazione della straordinaria importanza e degli impegni internazionali assunti in relazione all’evento, espressamente mantenuto come Evento da gestire con poteri straordinari l’Expo2015. Ed e’ “in coerenza con questa impostazione e per accelerare la realizzazione degli interventi” che il Governo e’ intervenuto”.