In Emilia Romagna è operativo il nuovo Fondo Energia

energiaDal 28 marzo al 29 aprile 2013 è operativo il nuovo fondo rotativo di finanza agevolata per la green economy. La misura, cofinanziata dal Por Fesr, è gestita dai Confidi Unifidi-Fidindustria.

E’ possibile presentare le domande per accedervi fino al 29 aprile 2013.

Il fondo sostiene gli investimenti delle imprese in efficienza energetica e fonti rinnovabili – attraverso sia produzione sia autoconsumo – oltre che nelle tecnologie che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. Scopo ulteriore del Fondo è promuovere la nascita di nuove imprese operanti nel campo della green economy, incentivare gli investimenti immateriali per l’efficienza energetica dei processi o ridurre il costo energetico incorporato nei prodotti.

Il fondo concede finanziamenti agevolati con provvista mista, della durata massima di 4 anni, da un minimo di 75mila euro a un massimo di 300mila euro per progetto.

Il 40% del totale del finanziamento sarà tramite risorse pubbliche Por Fesr, il restante 60% tramite risorse di provvista privata messe a disposizione dagli istituti di credito. Risultato, un tasso effettivo sul finanziamento di poco superiore al 3%.

Il plafond iniziale di risorse in dotazione al fondo è pari a 24 milioni di euro – di cui 9,5 milioni a valere sull’Asse 3 del Programma Fesr – qualificazione energetico-ambientale e sviluppo sostenibile – ed è gestito dal raggruppamento temporaneo d’imprese formato dai Confidi regionali Unifidi-Fidindustria, soggetto gestore individuato dalla Regione Emilia-Romagna.

Possono presentare domanda le piccole e medie imprese operanti nei settori dell’industria, dell’artigianato e dei servizi alla persona aventi localizzazione produttiva in Emilia-Romagna.

Il fondo è operativo fino a esaurimento risorse. Un’ulteriore possibilità per la presentazione delle domande è prevista a ottobre.