Patto di stabilità, sbloccati 4 milioni di euro per il reggiano

“Grazie alla legge regionale sul patto di stabilità emanata nel 2010, la giunta regionale ha provveduto ad approvare il primo riparto di spesa per il 2013”. Ad annunciarlo i consiglieri regionali PD Marco Barbieri, Roberta Mori e Beppe Pagani. “Al territorio di Reggio Emilia sono stati assegnati quasi 4 milioni di euro, che consentiranno a molti Comuni reggiani di erogare pagamenti ai loro fornitori. Riteniamo questo un passo in avanti positivo – sottolineano i consiglieri – nel periodo forse più buio per il Paese, le finanze locali e le imprese”.

E’ inoltre programmato entro la fine di maggio l’ulteriore riparto di altri 62 milioni di euro di spesa in base alle esigenze richieste da Comuni e Province, che portano, già solo nella prima metà del 2013, a quasi 90 i milioni di euro di potenzialità di spesa destinati agli Enti locali. Ulteriori fondi saranno resi disponibili anche dopo l’estate. “In un momento difficile come quello che stiamo vivendo – concludono Barbieri, Mori e Pagani – è importante che gli Enti locali possano spendere le risorse che hanno in cassa per pagare fornitori e fare investimenti in modo da sostenere le imprese e il lavoro. La legge regionale approvata dall’Emilia-Romagna sul Patto di stabilità ha permesso di tenere sul territorio e sbloccare già 300 milioni di euro nel solo 2010-2012, risorse che altrimenti sarebbero state risucchiate dal debito pubblico nazionale”