Crescono in Messico gli impianti per grandi formati Made in Sacmi

Sacmi CFD foto 2Da un lato un mercato, quello messicano, in continua e costante crescita. Dall’altro tre aziende che, per rafforzare e innovare la propria capacità produttiva, hanno scelto Sacmi per dotare i propri stabilimenti delle migliori soluzioni impiantistiche sul mercato.

La prima è Interceramic, azienda messicana nata nel 1979 e sempre in prima linea sull’innovazione, che ha scelto le forniture Sacmi per realizzare l’ampliamento degli stabilimenti della sede di Chihuahua. Grazie al nuovo impianto, denominato “Planta 9B”, l’incremento produttivo sarà pari a 3,5 milioni di metri quadrati annui per grandi formati di grès porcellanato sia smaltato sia tecnico. Protagoniste sono due potenti presse Made in Sacmi, modello PH 3800, dotate dell’innovativo sistema di cambio rapido stampo che consente risposte immediate alle diverse esigenze del mercato, con formati fino a 600×1200. Di fornitura Sacmi anche il reparto forni, dove è stato installato un moderno FMP 2950 da oltre 140 metri, dotato di circuito di recupero calore e, soprattutto, dell’innovativo sistema di gestione Hercules, per ottimizzarne performance e consumi. L’impianto entrerà ufficialmente in produzione il 15 luglio 2013 e rappresenta solo il primo di una serie di investimenti a marchio Interceramic.

Sempre in Messico vedrà la luce l’ambizioso piano del Gruppo Lamosa-Porcelanite, altra azienda messicana leader di filiera ad aver scelto di puntare sui grandi formati affidandosi alle soluzioni impiantistiche Sacmi. Diversi, in questo caso, gli stabilimenti interessati al piano di ammodernamento e crescita produttiva: da Planta Benito Juarez – dove è in corso il raddoppio della linea di produzione sulla pasta rossa, anche qui con presse PH 3800 accoppiate al forno FMP 2950 – a Planta Porcel, che installa una PH 3200 (anch’essa con sistema di cambio rapido stampo), fino a Planta San Luis Potosì, installando un nuovo essiccatoio per due nuove linee di smaltatura. Lamosa-Porcelanite fa acquisti anche per lo stabilimento di San Josè Iturbide Italgres 2, dove entrerà in produzione la pressa più grande attualmente installata in Messico, una PH 6500, mentre la linea produttiva verrà potenziata – anche nel reparto atomizzatori – per gestire non solo grandi formati (600×1200) ma anche spessori importanti.

Sono sempre le presse le principali protagoniste anche della scelta di investimento targata Vitromex, altra azienda ceramica con sede a Saltillo nello stabilimento di San Josè Potosì. Già specializzato nei grandi formati, l’impianto vedrà incrementata la propria capacità e flessibilità produttiva grazie all’installazione di due presse PH 3590, che permetteranno di realizzare sia formati standard (600×1200 e 600×900) sia ogni sorta di sottomultipli ricavati per taglio e levigatura.