Macchine per ceramica italiane protagoniste in Cina

Le tecnologia ceramica italiana sarà di nuovo protagonista da domani 29 maggio al 1° giugno a Guangzhou (Cina) in occasione della 27a edizione di Ceramics China, principale fiera di settore del continente asiatico. Importante vetrina per gli operatori internazionali la manifestazione occuperà, presso il Canton Fair Complex, un’area complessiva di 80mila mq (8 padiglioni e 800 espositori), dove le aziende italiane produttrici di macchine e attrezzature per l’industria ceramica saranno riunite in collettiva sotto le insegne di Acimac e ICE.

L’area italiana vedrà la partecipazione di aziende di primo piano come Air Power, Bongioanni, BMR, Capaccioli, Cielle, CMF Technology, Colorobbia – Industrie Bitossi, LB, Manfredini & Schianchi, Setec, Siti-B&T, System, Tecnoferrari.

Presenti in fiera anche Intesa, Sacmi, Mectiles, Plastorgomma, Lamberti, Sibelco, Smaltochimica, SRS, Tecnografica, TCK, Vetriceramici.

A caratterizzare la presenza italiana in fiera, oltre alle tecnologie di ultima generazione, anche due iniziative di particolare interesse organizzate da Acimac e ICE nella giornata inaugurale del 29 maggio: alle ore 14.30, si terrà un seminario sul tema della decorazione digitale nel quale Intesa (Gruppo Sacmi), Siti B&T Group-Projecta, Durst e Tecnoferrari, presenteranno l’evoluzione di tale tecnologia attraverso approfondite relazioni.

In serata ci si sposterà da Guangzhou a Foshan, dove, a partire dalle 19.30 presso il Foshan New Media Park, si svolgerà l’Italian Design and Technology Night, una serata conviviale incentrata su gusto, sapori e design Made in Italy e dedicata ai produttori ceramici locali.

Presso l’area della collettiva italiana sarà distribuito ai visitatori il numero speciale in lingua cinese della rivista Ceramic World Review, che dedica ampio spazio alle nuove tecnologie di decorazione digitale delle piastrelle, tema sotto i riflettori in questa edizione di Ceramics China.