Rc Auto, nel trimestre aumenti fino all’11%

smogautoI premi Rc Auto aumentano fino oltre l’11% nell’ultimo trimestre. In piena crisi, le compagnie ritoccano le tariffe soprattutto a Palermo, dove si registra il picco dell’11,4%, mentre i prezzi scendono a Torino, dove si arriva anche a ribassi del 13,8%, e a Napoli, con sconti fino all’8,5%. Sono questi alcuni dei risultati più interessanti dell’indagine effettuata sui costi delle assicurazioni automobilistiche da Facile.it.

Otto le città italiane prese in considerazione (Milano, Torino, Verona, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Palermo), con un confronto tra le tariffe di maggio e quelle di febbraio. Nel complesso, le variazioni sono state più limitate rispetto alle passate rilevazioni, con un ribasso generale delle tariffe a Napoli e un rialzo a Palermo, che ha però riguardato soprattutto i profili degli automobilisti più virtuosi.

Poche variazioni per i giovani e i neopatentati: per loro soltanto Roma fa segnare un aumento del 2,5%, mentre nelle altre città campione i prezzi sono rimasti stabili.

Cambiano le cose per i profili maschile e femminile. Agli uomini sono stati riservati sconti del 3,3% a Bologna, del 5% a Verona, del 4,9% a Milano, mentre i prezzi sono aumentati del 4,2% a Firenze e dell’11,4% a Palermo. Quanto alle donne, nessuna variazione a Milano e Verona, mentre a Firenze i prezzi sono scesi del 2,6%, a Napoli dell’8,5% e a Torino del 13,8%. Rc auto più care per le automobiliste invece a Roma (+1,6%) e a Palermo (+8,5%).

Infine, la ricerca mette in evidenza che ci si assicura meno su furto e incendio: diminuendo il numero delle auto nuove infatti, scende anche la richiesta di questa copertura extra (dal 21,18% di febbraio siamo scesi al 12,86% di maggio), mentre aumenta la domanda per l’assistenza stradale, che interessa il 49% degli automobilisti.