Tagli delle bollette: decreto Fare inutile

bollettaIl presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, avverte: “Per le famiglie italiane il decreto ‘Fare’ del governo Letta è inutile”. Il motivo? Presto detto: il taglio di oltre 500 milioni di euro deciso per le bollette dal decreto approvato sabato dal governo si tradurrà “su base annuale per una famiglia-tipo, che consuma circa 2700 chilowatt/ora, in una riduzione di circa 1 o 2 cent di euro a kw/h”. Tradotto in soldi: “Circa 5 euro di risparmi a famiglia su una spesa media di 550 euro annuali”.

Il calcolo è stato reso noto in esclusiva a “L’Economia prima di tutto”, trasmissione di Radio 1 Rai.

Discorso diverso per le imprese: “Per chi consuma molto – ha continuato Tabarelli – si tratta invece di un risparmio più forte, che a seconda dei consumi può essere anche di 10 mila euro: poca roba però rispetto agli aumenti registrati negli ultimi anni”.

Insomma, per il presidente di Nomisma quello del governo Letta “è un inizio ma è un po’ poco: queste misure vanno bene, però dobbiamo tornare alle basi, ai fondamentali della politica energetica. Bisogna agire sulle strutture, cercare di ridurre la nostra forte esposizione dal prezzo del petrolio”.