Italia, inflazione luglio invariata su mese, +1,1%

inflazioneSecondo i dati provvisori di Istat, nel mese di luglio l’indice Nic dei prezzi al consumo è rimasto invariato su mese ed è salito dell’1,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A giugno l’indice era salito dello 0,3% rispetto a maggio e dell’1,2% su base annua.

La mediana delle stime raccolte da Reuters fra gli analisti indicava un aumento congiunturale dello 0,2% e una crescita tendenziale dell’1,3%.

L’inflazione acquisita per il 2013 è pari all’1,1%.

L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, rallenta all’1,1% dall’1,2%.

Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice scende all’1,2% (+1,3% il mese precedente).

I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza diminuiscono su base mensile dello 0,2% mentre il tasso di crescita tendenziale sale al 2,0% dall’1,7% di giugno.

L’indice armonizzato Ipca diminuisce dell’1,8% su mese e sale dell’1,2% su anno.