Caldo: ultime ore d’afa poi arrivano i temporali

caldoMentre al nord Italia cominciano ad arrivare le prime precipitazioni portate dall’ingresso di correnti nord-occidentali decisamente più fresche e gradevoli, nel resto d’Italia si continua a boccheggiare dal caldo. Secondo quanto previsto dal meteo dell’Aeronautica Militare però l’ondata di calore che da giorni sta tenendo sotto scacco l’Italia sarà probabilmente l’ultima fase di caldo torrido della stagione, perchè intorno al 10 agosto si passerà ad un regime più fresco e vivibile che perdurerà tutto il mese.

 

Il bollettino sulle ondate di calore emesso quotidianamente dal Ministero della Salute attende per oggi e domani ondate di calore sulla maggior parte dei centri cittadini italiani. Viene infatti segnato bollino rosso in 16 città oggi e in 17 città domani: Ancona, Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Perugia, Rieti, Roma, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo, e da domani si aggiungerà anche Palermo.

Venerdì 9 agosto però il quadro cambierà radicalmente: l’unica città in cui persevereranno temperature torride sarà Palermo, mentre sul resto d’Italia il caldo si assesterà su temperature più miti e gradevoli.

 

Per la giornata odierna le previsioni del Dipartimento della Protezione civile attendono precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta e settori alpini piemontesi, in probabile sconfinamento agli adiacenti settori pedemontani e di pianura del Piemonte settentrionale ed occidentale, con quantitativi cumulati moderati sul Piemonte settentrionale e sul settore sud-orientale della Valle d’Aosta, generalmente deboli altrove. Isolati rovesci o temporali sono attesi anche sui settori alpini della Lombardia e sull’Alto Adige, con quantitativi cumulati deboli.

Domani invece si prevedono piogge da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte e Valle d’Aosta, con quantitativi cumulati generalmente moderati, fino a puntualmente elevati sul Piemonte settentrionale e sul settore sud-orientale della Valle d’Aosta; da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Trentino Alto Adige e Liguria, in estensione ad alta Toscana ed Emilia occidentale, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a moderati su Liguria di Ponente e Lombardia settentrionale.

Nei giorni successivi il maltempo si estenderà anche alle regioni centrali, abbassando appunto le temperature.