Il Decreto Lavoro è legge. Incentivi alle assunzioni e stop all’Iva

ivaIl Decreto lavoro e’ legge dello Stato dopo il via libera definitivo della Camera che, in terza lettura, non ha apportato modifiche al provvedimento. Il Decreto e’ molto ampio e prevede incentivi alle imprese che assumono a tempo indeterminato, come anche il rinvio al prossimo primo ottobre dell’aumento dell’Iva dal 21 al 22%. Per le assunzioni a tempo indeterminato sono stati stanziati in tutto quasi 800 milioni per il periodo 2013-2016, 500 dei quali destinati al Sud. Sgravi contributivi per le imprese che assumono stabilmente giovani tra i 18 e i 29 anni.

Tra le altre principali misure, la riduzione a 10/20 giorni tra un contratto a termine e l’altro, minori limiti per il lavoro intermittente, lo stanziamento di un milione di euro al ‘Fondo mille giovani per la cultura’, la dote Aspi al 50% per le aziende che assumono, il rifinanziamento di 80 milioni per l’autoimpiego.

Il decreto sblocca inoltre altri 20-25 miliardi di pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione e introduce la garanzia dello Stato per la cessione alle banche e alla Cassa depositi e prestiti con un tasso di sconto del 2%. Inserita anche una norma per lo stop alla pubblicità’ anche per le sigarette elettroniche, che saranno equiparate alle sigarette di tabacco in materia di tutela della salute.