Rc auto. Tariffe in dimunuzione per le auto, in rialzo per le moto

rcautoTariffe rc auto in diminuzione per le autovetture ma in rialzo per le ”due ruote”, in un contesto nazionale caratterizzato pero’ da permanenti squilibri territoriali. Lo rileva l’indagine trimestrale dell’Ivass al primo luglio, indicando un calo del 4,2% dei prezzi medi negli ultimi 12 mesi per le auto guidate da uomini (-3,5% per le donne). Per i motocicli il balzo è invece di +3,5% per gli uomini, +1,1% per le donne.

Penalizzano particolarmente le donne e i giovani le tariffe rc auto per le ‘quattro ruote’ secondo l’indagine trimestrale dall’Ivass. Ad esempio, una ragazza di 18 anni con un’autovettura di 1.300 cc. in classe B/M d’ingresso, ha visto il premio medio aumentare a Potenza del 18% (fino a 2.391 euro), a Campobasso del 16,9% (giungendo a 2.177 euro) e a Roma del 9,2% (a 3.132 euro). In calo invece a Napoli e Reggio Calabria, rispettivamente del 6% e dell’1,6%, ma in queste citta’ i livelli medi erano gia’ alti.

Assicurare una due ruote a Trento invece che a Napoli comporta un esborso per il relativo premio decisamente differente, pari a 345 euro a Trento e invece 1.410 euro a Napoli. Emerge dall’indagine Ivass che rileva trimestralmente i prezzi praticati in 21 province. Le tariffe medie praticate alle donne 18/enni che guidano un ciclomotore di 50 cc, assicurato in classe B/M d’ingresso, aumentano del 13,9% a Campobasso e del 11,6% a Potenza. Rispettivamente +3% e +2,6% nel caso di assicurato uomo.