Record di scioglimento dei ghiacciai e di emissioni di Co2 per l’Artico nel 2012

articoIl 2012 è stato un anno da record per l’Artico, anche se, purtroppo, non c’è proprio nulla da andare fieri, visto che si è classificato primo per scioglimento dei ghiacci ed emissioni di CO2 da combustibili fossili, mentre solo tra il nono e l’ottavo posto come il più caldo.

Risultati, questi, emersi dal rapporto annuale ‘State of the Climate in 2012′ della Noaa, l’agenzia meteorologica Usa, che non possono non creare una certa preoccupazione, dato l’impatto negativo che tutto questo avrà sugli equilibri del pianeta già molto fragili.

Infatti, il rapporto mostra come a settembre l’Artico ha fatto registrare il peggior risultato sulla copertura dei ghiacci, dal momento che in questo luogo la temperatura superficiale cresce ad un tasso doppio rispetto al resto del mondo, mentre la concentrazione di CO2 nell’atmosfera ha superato i 400 ppm in 7 delle 13 stazioni meteo dell’Artico, che nel mondo arriva a 392,1 ppm, con una crescita di più di 2 rispetto all’anno prima.