Divario: la nuova alimentazione pressa

direzioneIn occasione dell’open house in programma nella sede di Fiorano (Modena) dal 19 al 29 settembre, LB Officine Meccaniche ha allestito una galleria che ripercorre 40 anni di successi tecnologici e di prodotti ad alto valore tecnico ed estetico: un percorso scenografico creato per arrivare a presentare Divario, l’innovativa proposta che rappresenta la sintesi dell’esperienza dell’azienda nella realizzazione di macchine ed impianti per l’alimentazione alla pressa.

 

Si tratta di un alimentatore di nuova concezione, che coniuga una maggior potenzialità estetico-produttiva e una sensibile riduzione dei costi di gestione e manutenzione. L’innovativo sistema di dosaggio polveri permette di ottenere una più elevata definizione dell’effetto estetico aumentando la capacità produttiva, grazie alla possibilità di caricare lo stampo pressa con due nastri che lavorano in simultanea. Questa particolare modalità di gestione delle polveri consente di ottenere una vastissima gamma di effetti estetici e di prodotti, in versione liscia, lappata, strutturata o levigata.

 

Semplicità e flessibilità sono i due concetti cardine su cui si è basata la ricerca tecnologica di LB, seguendo criteri di progettazione più avanzati e con maggior attenzione alla riduzione degli spazi, dei tempi improduttivi e all’efficienza energetica. Divario è disponibile in diversi modelli, per essere applicabile a ogni tipo di pressa, ed è stato concepito per essere personalizzabile in funzione delle specifiche esigenze.

 

Continuità

Divario rappresenta un sensibile progresso tecnico rispetto agli attuali alimentatori pressa LB e mantiene inalterate le potenzialità di realizzare ogni effetto estetico precedente.

 

Efficienza

La semplicità con cui è stata ingegnerizzata la macchina porta a una maggiore efficienza operativa, aumentando la produttività per la realizzazione di prodotti tecnici in doppio caricamento, associata a una drastica riduzione dei fermi macchina e dei costi di manutenzione.

 

Flessibilità

Divario è concepito per funzionare, indipendentemente dal formato desiderato, secondo diverse modalità:

– doppio caricamento per la realizzazione di prodotti tecnici ad elevato valore estetico

– mono caricamento per la produzione di piastrelle a tutta massa (in brevissimo tempo la macchina assume l’assetto di un semplice carrello lineare ad elevata efficienza e può continuare ad alimentare la pressa durante le operazioni di cambio formato o modifica dell’effetto estetico del doppio caricamento)

– doppio caricamento veloce per depositi uniformi e a campo pieno di ridottissime quantità di materiale pregiato.

Mediante la semplice sostituzione di un dispositivo di dosaggio, Divario può depositare l’effetto estetico sia in superficie sia sotto l’impasto, consentendo di realizzare anche prodotti con “bello sotto”.

Risparmio energetico

In funzione delle diverse modalità di utilizzo e del prodotto che si vuole realizzare, Divario è stato progettato per movimentare solo le parti strettamente necessarie per minimizzare l’impiego di energia elettrica e l’usura degli organi in movimento.

Semplicità

L’interfaccia che consente di gestire il funzionamento della macchina e di modificarne l’assetto, in funzione della produzione desiderata, è stata progettata in ottica “user friendly”. Tutti i componenti principali sono tutti a portata di operatore per una gestione semplice e intuitiva.

Innovazione

Divario, nonostante l’ingombro ridotto, consente maggiori possibilità di personalizzazione in funzione delle specifiche esigenze estetiche e produttive: può infatti alloggiare diversi kit sulla stessa piattaforma, per ottenere effetti estetici differenti, senza necessità di fermare la produzione. Il dispositivo di carico dell’impasto base, infatti, è stato posizionato a ridosso dello stampo pressa per poter riservare più spazio alla zona posteriore, dedicata alla creazione dell’effetto estetico. Questo permette di continuare ad alimentare la pressa simultaneamente alla fase di composizione del design, con evidenti vantaggi in termini di produttività, efficienza e qualità estetica.

 

“Abbiamo deciso di presentare non solo una macchina ma dei progetti ‘work in progress’ – spiega Emilio Benedetti – alcune idee di prodotti che possono essere realizzati grazie ai diversi effetti estetici applicabili. Nella progettazione di Divario siamo partiti dalle richieste dei nostri clienti per poi andare oltre, cercando di anticipare le esigenze future del mercato”.

 

“Parlando di gres porcellanato tecnico – afferma Matteo Bigi – recepiamo dai principali produttori nei vari paesi l’esigenza di ritornare a realizzare prodotti con un elevato valore estetico, non facilmente replicabile, necessario per creare una differenziazione rispetto alla concorrenza”.