E-commerce: in Italia 12 mln web shopper ma solo 30% Pmi lo usa

ecommerceI web shopper in Italia sono quasi 12 milioni, con una crescita del 30% nel 2012: sono praticamente il 40% degli utenti Internet del nostro Paese. Ma solo tre Pmi su dieci si avvalgono dell’e-commerce come canale addizionale di vendita o di acquisto. E’ quanto emerge da una ricerca Doxa Digital, presentata da Google in occasione del convegno Digital X Italia. Dalla ricerca emerge come le imprese italiane che hanno commercializzato i propri prodotti online oltre confine sono riuscite a compensare meglio la crisi o addirittura hanno ottenuto un incremento nel proprio fatturato. In particolare, la percentuale di piccole imprese che intrattengono relazioni con l’estero – grazie all’uso maturo di strumenti digitali – e’ quattro volte superiore alla percentuale di aziende non digitalizzate.

Al crescere del livello di maturita’ digitale, cresce anche la percentuale di aziende che esportano, passando dal 55% delle non digitali al 67% delle imprese avanzate da un punto di vista digitale. Non solo, maturita’ digitale ed export hanno un impatto diretto anche sul fatturato: le imprese digitalmente avanzate dichiarano – in media – che il 24% del fatturato derivante dall’export e’ realizzato proprio attraverso il canale digitale. Il trend di questo fenomeno trova un’ulteriore conferma allargando il campo dell’indagine alle imprese di medie dimensioni: al crescere del livello di maturita’ digitale cresce la propensione all’internazionalizzazione e all’esportazione. Anche in questo caso, al crescere del livello di maturita’ digitale, cresce la percentuale di imprese che esportano, passando dal 74% delle non digitali, all’87% di quelle avanzate. Infine, la percentuale di fatturato derivante dall’export realizzata attraverso e-commerce e’ pari al 39%, segnale del potenziale insito nel web come canale incrementale per l’export.

L’interesse degli utenti per il Made in Italy continua a crescere: nel primo semestre 2013, le ricerche su Google relative al Made in Italy sono cresciute dell’8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente . Stati Uniti ed Europa continuano ad essere le aree geografiche con i volumi assoluti maggiori, seguiti da Giappone, Russia e India, che fanno registrare la crescita maggiore. La Moda e’ la categoria piu’ cercata, seguita dal settore Automotive: i tassi piu’ alti di crescita li registra pero’ il Turismo, che sta tornando a crescere dopo il rallentamento dello scorso anno; positivamente stabile la crescita dell’Alimentare. Significativa infine la crescita dell’utilizzo dei dispositivi mobili: piu’ del 40% delle ricerche analizzate e’ stato effettuato proprio da smartphone e tablet.