Emilia-Romagna, più compravendite. Mercato immobiliare in ripresa

casesfitteE’ stata una prima metà d’anno positiva quella del 2013, almeno per il mercato immobiliare residenziale. Il mercato in Emilia Romagna è stato contrassegnato da segnali di vivacità negli scambi, soprattutto tra aprile e giugno. Secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, riportati in un dossier di Casa.it, nel solo secondo trimestre 2013 le compravendite sono cresciute in tutte le province con percentuali a doppia cifra. Tra le città capoluogo, spicca il risveglio di Bologna (+31,8%), Modena (+32,2%), Parma (+24,5%), Ravenna (+25,2%) e Forlì (+12,3%), mentre Rimini resta l’unica eccezione con un -0,7%.

A gelare i prematuri entusiasmi ci pensa però il confronto con i dati del primo semestre 2012, di segno negativo per tutte le province. Nel caso di Rimini, Modena e Ravenna, in particolare, la flessione del mercato risulta più marcata nel capoluogo che nella rispettiva provincia.

Guardando all’andamento dei prezzi, dalle rilevazioni di ottobre 2013 arriva l’ennesima conferma di Bologna e Rimini come le città dove il mattone spunta le quotazioni più alte sia di offerta sia di domanda. Nel capoluogo petroniano, malgrado un calo nelle valutazioni in offerta che a ottobre ha raggiunto il -6% rispetto a inizio 2013, il prezzi richiesti da chi vende rimangono sopra i 3.000 euro al metro quadro, mentre i prezzi di chi cerca casa risultano inferiori del 12%.