Ocse: a settembre inflazione rallenta a 1,5% annuo, Italia 0,9%

L’inflazione annua dell’area Ocse rallenta all’1,5% a settembre, dall’1,7% di agosto per effetto dell’andamento dei prezzi energetici e degli alimenti. Lo rileva l’organizzazione con sede a Parigi.

I prezzi dell’energia sono rimasti fermi a settembre su anno, dopo il rialzo dell’1,7% di agosto; la crescita dei prezzi alimentari invece è scesa all’1,9%, dal 2,1% di agosto. Escludendo questi due fattori, l’indice sui prezzi al consumo nell’area Ocse è all’1,6% a settembre.

In Italia l’inflazione annua è scesa allo 0,9% a settembre, dall’1,2% di agosto, nella zona euro all’1,1% dall’1,3% di agosto.