Torna a Modena “Curiosa in fiera”: spazio alle idee regalo e all’enogastronomia

CuriosaNon solo una semplice vetrina per gli acquisti natalizi,ma un’occasione unica per trovare un oggetto particolare, per riscoprire la gioia della ricerca del regalo giusto da fare agli altri o, perché no, anche da fare a se stessi. Venerdì 29, sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre evenerdì 6, sabato 7 edomenica 8 dicembreModenaFiere ospita “Curiosa in fiera” (www.curiosainfiera.it),la quarta edizione della mostra-mercato dedicata alle festività natalizie. Qui sono proposte soluzioni nuove e originali, che spaziano dagli articoli per la casa a quelli per la persona,passando per il tempo libero, fino agli addobbi e le decorazioni per l’albero di Natale e il presepe, e molto altro ancora.

Spazio ha anche la Creatività, con tante tipologie di prodotti creativi -scelti con un occhio alle novità -tra cui bigiotteria, dècoupage, decorazione, maglia, miniature, stencil e molto altro. I visitatori potranno anche realizzarecon le loro stessemani un oggetto unico e originale: a “Curiosa” è infatti protagonista la decorazione con i corsi di restauro del mobile a cura di Lara Vella, i corsi di pittura in stile country di Micaela Negretti e la possibilità di realizzare biglietti di auguri di Natale personalizzati, grazie alla stampa con presse manuali. Nei padiglioni di ModenaFiere si potrà poi imparare l’arte dell’intaglio della frutta e della verdura con i corsi di “Arte in cucina” organizzati da Confesercenti, mentre se siete appassionati di fiber art non potete non partecipare all’iniziativa “Yarn Bombing – Filo a tutta velocità. Meglio matte che noiose”. A cura della fiber artist Luisa De Santi -che nell’ambito di “Curiosa” organizza anche corsi di alta bigiotteria con l’uncinetto -e in collaborazione con ilportale dedicato alla creatività Creare Insieme (www.creareinsieme.it), il progetto prevede unasfida per realizzare, in maglia, un’installazione scenografica che, nei giorni della manifestazione, andrà a ricoprire la supercar artigianale “Uragano”, pezzo unico realizzatodaMoreno Filandi, e una moto Harley Davidson Dyna Street Bob in collaborazione con la concessionaria Onorio Moto.

Nato in Americasull’onda delle espressioni più contemporanee dell’arte urbana e di paesaggio (urban art e land art) lo Yarn bombing o urban knitting è una sorta di graffitismo realizzato con pezze lavorate a maglia, centrini e filati intrecciati. Sono installazioni, coperture, aggiunte, rivestimenti: interventi gentili che non danneggiano gli arredi urbani o gli oggetti che sono coinvolti nell’interventoartistico, ma semplicemente li “vestono”. Le opere realizzate verranno cedute a titolo gratuito e al termine della fiera il materiale facente parte dell’opera collettiva verrà donato in beneficenza a sostegno delle attività della Famiglia Francescana dell’Emilia Romagna. L’iniziativa, che termina il 20 novembre,è aperta a tutti: singoli, gruppi, associazioni, negozi, mercerie che si possono organizzare con gruppi di lavoro.

Un’intera area di “Curiosa” è poi dedicata all’Enogastronomiae si presenta come un vero e proprio paradiso dei golosi e dei buongustai, conuna vasta scelta di prodotti tipici e tradizionali da tutta Italia per assaporare cibi e bevande di ogni regione. Un percorso fatto di assaggi e degustazioni nel quale troveranno ampio spazio le aziende agricole del territorio e le aziende alimentari con produzione a chilometro zero, alla ricerca della qualità garantita dal produttore al consumatore.

Quali erano le Scene sacreche abbellivano le case di un tempo? Per chi volesse scoprirlo imperdibile è una visita alla mostra collaterale “Il sacro domestico, santi sotto campana tra fede e devozione popolare”. Si tratta di un’esposizione che raccoglie Scene sacre donate a seguito di nozze o prime nascite -ma non solo -e che venivano per lo più collocate nelle camere da letto,sui comò, sulle alzate o sulle angoliere delle cucine. Sotto lo sguardo di queste figure sacre, tutte coperte da campane di vetro di una volta, scorreva la vita familiare, venivano festeggiate le varie ricorrenze e le festività sacre e lafamigliasi riuniva per pregare.

Lecampane di vetro soffiato esposte contengonoper lo più raffigurazioni della Vergine Maria nelle sue molteplici declinazioni, il Sacro Cuore, i Santi, la Maria Bambina diffusa maggiormente al Nord, il Presepio eil BambinGesù al Sud. Le opere più interessanti sono state prodotte dallealte botteghe napoletane, molto abili nella costruzione delle figure, sia con anima inlegno, che con manichini di canapa e fildi ferro, oppure con la lavorazione in terracotta; non mancano, però, materie più malleabili come la cera e la cartapesta. La mostra, a cura di Antonio Mammato, si arricchisce di una sezione riservata al presepe Napoletano con opere dello stesso Mammato e di artisti presepisti di fama nazionale einternazionale. Tra le altre opere si potranno ammirareun presepe sorrentino, completamente originale,della fine dell‘800, denominato il “Sepolcro”, eun pastore in legno del ‘700 di notevole dimensione racchiuso in una teca originale dello stesso periodo.

Una manifestazione come “Curiosa”, profondamente radicata sul territorio, non poteva certo dimenticare il terribile sisma che lo scorso anno ha sconvolto l’Emilia, la provincia di Modena in particolare. Così alla mostra-mercato anche quest’anno sarà presente il team di EmiliAmo, nato da un gruppo di imprenditrici -al 90% donne -interamente residente nella provincia di Modena, per concretizzare lo spirito di emilianità e solidarietà verso le concittadine più colpite. Ritorna così l’“EmiliAmo Village”, il mercatino dei prodotti terremotati EmiliAmo, che consente di continuare l’attività lavorativa indispensabile per la ripresa economica e morale del cratere. I visitatori di“Curiosa” qui potranno trovare tanti articoli interessanti, cosmetici, borse, bijoux, articoli di erboristeria, articoli per la casa, abiti da sposa, accessori da cucina, magliette e idee regalo con logo cuore/tortellino, aiutando così in modo diretto le attività fortemente colpite.

Infine non può mancare un occhio di riguardo anche per i visitatori più piccoli, grazie alla Ludo-Merenda proposta daHappy Mama che offre cibi naturali e biologiciin un’area allegra e colorata – conlo scopo di riaccendere la manualità dei bambinie incoraggiare il loro apprendimento -e ai laboratori di Gufolandia a tema natura, legati al mondo dei gufi e, grande novità di quest’anno, anche al microcosmo delle farfalle e delle coccinelle.

“Curiosa”è patrocinata dal Comune di Modena, sponsor ufficiali sono Conad & E.Leclerce Banca Popolare dell’Emilia Romagna ed èrealizzata con la collaborazione di Ascom Confcommercio e Confesercenti. L’edizione 2013 di “Curiosa in fiera”sarà arricchita dallo svolgimento in contemporanea, entrambi i finesettimana, di “7.8.Novecento, il Gran Mercato dell’antico”: unakermesse che da oltre vent’anni richiamaa Modena migliaia di appassionati di antiquariato e modernariato, oltre a curiosi e collezionisti a caccia di tesori d’altri tempi. “Curiosa”è aperta al pubblico al Quartiere Fieristico di Modena (ModenaFiere, viale Virgilio 70/90)venerdì 29 novembre dalle 10.00 alle 21.00, sabato 30 novembre dalle 10.00 alle 23.00 e domenica 1 dicembre dalle 10.00 alle 20.00. Gli stessi orari sono proposti anche venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 dicembre. Il prezzo del bigliettointero è di 8,00 euro, ed è unico per entrambele manifestazioni; sui rispettivi siti (www.7-8novecento.it e www.curiosainfiera.it) è possibile scaricare il coupon per usufruire di uno sconto di 2,00euro. Venerdì 29 novembre in collaborazione con Banca Popolare dell’Emilia Romagna ingresso a 5,00euro. Inoltre grazie al rinnovato accordo con Conad & E.Leclercil biglietto verrà scontato direttamente dall’importo della spesa fatta nei relativi punti vendita di Modena e provincia.Infine è possibile acquistare entrambi i biglietti in prevendita, con la possibilità di entrare direttamente in fiera senza fare la fila alla cassa, al prezzo di 5,00 euro